immagine-preview

Lug 10, 2018

Paladin, la app pensata per prendere in prestito ciò che serve

Già 30 brand e oltre 10 mila utenti attivi per la piattaforma, che ora lancia “Prova i brand”, il servizio che consente di testare i prodotti prima dell’acquisto

Cumulatori seriali o eco-utilizzatori di oggetti utili? Paladin è la startup che aiuta i consumatori a scegliere senza sprecare e a noleggiare gli oggetti senza doversi pentire di un acquisto inutile.

paladin

Se ad esempio serve un trapano per sistemare i ripiani della nuova libreria, ci si può registrare gratuitamente sulla piattaforma e richiederlo all’utente più vicino che lo ha inserito nel sistema. Il trapano arriva a casa e si restituisce quando non serve più.

Tutto incluso, rapido e senza sprechi. Chiunque può noleggiare oggetti che non usa più, basta un click e l’importo viene accreditato direttamente sul conto.

Paladin, come funziona

Il progetto nasce da un’idea di Nico Fusco, che insieme a Marc Ferrer, Alessandro Perinotto e Gaetano Romeo ha tradotto in un servizio un’esperienza condivisa da molti: la necessità di oggetti per un breve periodo di tempo, che si tratti di un trapano, di una macchina fotografica o di attrezzatura sportiva. “Se non volevo comprare ciò di cui avevo bisogno, l’unica alternativa era chiederlo in prestito ad amici, con tutte le difficoltà che ne derivano – spiega Fusco – da qui l’idea di creare una piattaforma per semplificare il noleggio di oggetti in maniera sicura e a prezzi accessibili”.

Peer To Peer e Prova il brand

Tutti gli utenti possono usufruire del servizio “peer-to-peer” e prendere a noleggio oggetti di altri privati o mettere a disposizione i propri con la semplice registrazione. Basta fissare il prezzo per giorno dell’oggetto, inserirlo nella piattaforma, chattare con la persona interessata e fissare l’incontro per lo scambio. L’importo stabilito per il noleggio verrà accreditato sulla carta di credito.

Paladin ha lanciato inoltre la funzionalità “Prova il brand” che permette di prendere in prestito anche oggetti di valore e di testarli per un periodo limitato, ricevendoli direttamente a casa. Questa funzionalità permette, grazie a numerosi brand strategici high tech e non solo, di scegliere il prodotto che si desidera provare e riceverlo direttamente a casa per qualche giorno. E se si decide di acquistarlo, si otterrà uno sconto pari all’importo del noleggio.

Esempi di economia circolare

L’utente iscritto a Paladin può, per fare un esempio, noleggiare per dieci giorni una Planetaria KitchenAId del valore di 800 euro al solo costo di 4 euro al giorno. Se al termine di un noleggio di 10 giorni, per un totale di 40 euro, decidesse di acquistarla presso il brand, pagherebbe solo i 760 euro rimanenti. Non ci sono vincoli di acquisto.

Una Action Cam da 400 euro può essere noleggiata a circa 20 euro al giorno. Chi dovesse dare a noleggio la propria Cam, ammortizzerebbe il costo affittandola per soli 20 giorni all’anno.

Vantaggi per gli utenti e futuro

Tanti vantaggi e pochi click. L’iscrizione a Paladin è gratuita: è sufficiente scaricare l’app (Play Store – Apple Store) e registrarsi. Chi prende in prestito paga solo il costo del noleggio. Nessuna cauzione, grazie alla partnership con Reale Mutua che garantisce copertura da eventuali danni fino a un massimo di 5.000 euro.

Leggi anche: RAEE, cioè i rifiuti elettronici: cosa sono e perché è bene riciclarli

Paladin serve tutto il territorio italiano, anche se l’augurio della startup è quello di riuscire ad espandersi a livello internazionale, continuando ad aggiungere brand innovativi al servizio Prova i Brand per poter garantire agli utenti una scelta sempre più vasta.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter