immagine-preview

Ago 28, 2018

Arriva la Vespa Elettrica e sfrutterà l’intelligenza artificiale

Costerà circa sei mila euro e sarà immessa sul mercato a partire da fine ottobre per raggiungere la piena commercializzazione a novembre

Presto nelle nostre strade sfreccerà la Vespa Elettrica. Il nuovo modello, silenzioso e amico dell’ambiente, costerà circa sei mila euro (prezzo ancora da ufficializzare) e sarà immesso sul mercato a partire da fine ottobre per raggiungere la piena commercializzazione a novembre. Ad annunciarlo Piaggio, che intende dare nuova vita alla storica Vespa con motori a impatto zero. La produzione naturalmente avrà luogo nello storico stabilimento di Pontedera in cui, nel lontano 1946, il sogno ha preso forma.

Leggi anche: SmartRoadSense, l’app che rileva l’usura delle strade attende solo che gli Enti inizino a usarla

Ordinabile via Internet

Dato che la Vespa è più di una semplice due-ruote, ormai è un feticcio, per essere sicuri di averla al day-one sarà anche possibile prenotarla dal sito della casa madre. La Vespa Elettrica sarà gradualmente immessa sul mercato dalla fine di ottobre per raggiungere la piena commercializzazione a novembre, in concomitanza col salone di Milano EICMA 2018 (8-11 novembre). Prima la Vespa Elettrica sarà commercializzata sul mercato Europeo, quindi arriverà negli USA e in Asia nei primi mesi del 2019.

Leggi anche: Dual Fuel, c’è ancora speranza per il diesel?

Più performante del solito 50 cc

E non crediate che il motore elettrico, a impatto zero, infici in qualche modo sulle prestazioni: la Vespa Elettrica erogherà una potenza massima di 4 kW, pari cioè a 5,4 CV, e 200 Nm di coppia. Dunque avrà prestazioni persino superiori a quelle dei normali motori di cilindrata 50 cc. Due le modalità di guida: Eco, che imposta un limite di velocità a 30 km/h al fine di aumentare l’autonomia del mezzo e Power, ovvero l’opzione che non prevede vincoli di sorta.

Leggi anche: Dall’Australia arriva il motore ad ammoniaca

Per quanto riguarda l’autonomia, il Gruppo Piaggio garantisce non meno di 100 chilometri, anche in città. La batteria agli ioni di litio consente un efficiente sistema di recupero dell’energia cinetica che ricarica il mezzo nei tratti in discesa e nelle fasi di decelerazione (Kers, Kinetic energy recovery system).

Una Vespa Elettrica intelligente

Ma la vera novità riguarda il fatto che lo scooter sia già predisposto per adottare le soluzioni in fase di sviluppo con Gita, il robot costruito a Boston da Piaggio Fast Forward pronto a debuttare nei primi mesi del 2019. Grazie all’intelligenza artificiale, la Vespa Elettrica riconoscerà la presenza di persone e veicoli nelle vicinanze riducendo il rischio di incidenti. Ma riconoscerà anche il suo proprietario: grazie a Gita non servirà infatti più la chiave per avviare il mezzo. Non solo, perché il computer di bordo calcolerà i tragitti da seguire in base al traffico monitorato in tempo reale. Caratteristiche che, unite al risparmio in fase di ricarica, fanno della Vespa Elettrica la scelta ideale per sgattaiolare nel traffico e muoversi in città, evitando che i continui “stop & go” pesino eccessivamente sul portafogli.

Leggi anche: Green Mobility, Andrea Poggio (Legambiente) ci spiega “Come cambiare la città e la vita”

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter