immagine-preview

Set 12, 2018

InVolontario, la prima webserie sul Terzo settore. Cristiana Capotondi: “Si diventa volontari involontariamente”

Cast giovane e talentuoso per la fiction che andrà in onda solo sul web e ambientata all'Istituto Nazionale Tumori di Milano, tra cui Eleonora Giovanardi e Paolo Ruffini

È stata presentata oggi a Milano la prima webserie sul mondo del volontariato. Girata in un vero ospedale, l’Istituto Nazionale Tumori del capoluogo lombardo, ha un titolo frizzante, InVolontario, che fa intuire subito lo spirito scanzonato alla base del plot. Palcoscenico di questa presentazione è stato Fondazione Cariplo che ha partecipato alla produzione.

Progetto per una buona causa

All’evento non poteva mancare l’ideatrice del contenitore Fuoricinema (dove ci sarà un’anteprima), l’affermata attrice Cristiana Capotondi: “Siamo rimasti da subito molto colpiti dal lavoro che Ugo Vivone – fondatore del progetto – ci ha presentato. InVolontario ha una grande sintonia con noi, che ha scelto di sposare ogni anno una causa. Quest’anno realizzerà una sala cinematografica nel carcere di Bollate”.


“Ha una forma di racconto molto pop, leggera e trasmette come l’amore possa cambiare le persone, facendole diventare involontariamente dei volontari. Siamo molto contenti che questa webserie possa avere uno schermo gigante, forse il più grande di Milano”.

Di cosa parla InVolontario

“InVolontario è una serie di cinque episodi, racconta la storia di Ettore un neolaureato, il quale come primo impiego porta le lettere in ospedale. Incontra una dottoressa e si spaccia per volontario per far colpo”, spiega Ugo Vivone, presidente di Officine Buone, da cui è partito tutto.

“Il motivo che ci ha spinto a raccontare questa storia – continua Vivone – è perché in parte è vero che molto ragazzi si sono avvicinati al volontariato involontariamente. Come Officine Buone abbiamo inventato Special Stage, scimmiottando X Factor. Cerchiamo di realizzare dei format che permettano ai giovani di emergere col proprio talento mettendolo a servizio degli altri”. E molti sono stati i pazienti che, spontaneamente, hanno deciso di prender parte alla webserie.

Cast di talento

Il cast è di ultima generazione e composto da attori giovani e pieni di talento. Ce n’è per tutti i gusti: la cantante e youtuber Giulia Penna, Francesco Meola, i cantautori alla prima esperienza di cinema come Dario Brunori (Brunori Sas) e Roberto Dell’Era (Afterhours), i conduttori tv Federico Russo, Marco Maccarini, Melissa Marchetto. Ma anche attori importanti quali Eleonora Giovanardi e Paolo Ruffini.

Anche il padrone di casa, il direttore generale di Fondazione Cariplo, Sergio Urbani ha voluto spiegare l’importanza del progetto: “Per noi è un’occasione importantissima per raccontare le cose meravigliose ai giovani con un registro divertente. Non sempre ciò che facciamo è visibile, abbiamo voluto pensare a nuovi strumenti di comunicazione. I soldi sono importanti, ma la vera felicità è la relazione con le persone. Questa webserie racconta questi valori”.

Le puntate andranno in onda dal 17 settembre su mtv.it  e su corriere.it.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter