immagine-preview

Ott 9, 2018

La Vespa elettrica è in vendita online. In sella anche l’IA

La libertà di sfrecciare (a impatto zero) nel traffico a bordo di un pezzo di storia del design italiano al costo di 6.390 euro

Più che un semplice motorino è un vero e proprio feticcio. Un pezzo di storia del design italiano. E, da oggi, proiettato nel futuro. Parliamo ovviamente della Vespa elettrica, versione moderna, a impatto zero e tecnologicamente avanzata della mitica dueruote di Piaggio.

Che si tratti di un mezzo moderno, che strizza soprattutto l’occhio a un pubblico giovane (nonostante la scocca provocherà immancabilmente nostalgia a chi oggi ha qualche capello bianco sulla testa) lo si capisce non solo dalla pulizia della linea, ma, ben prima, dal fatto che possa essere acquistata esclusivamente online. Almeno per il momento. Da oggi è infatti prenotabile (con possibilità di confermare l’acquisto entro 15 giorni) sia sul portale www.vespa.com sia sul mini-sito elettrica.vespa.com al prezzo di 6.390 euro. Sempre con l’intento di renderla appetibile a un pubblico di giovanissimi, Vespa elettrica si può acquistare anche con un piano rateale da 99 euro al mese attraverso la neonata piattaforma Piaggio Financial Services.

Più performante del solito 50 cc

Del resto, l’ultimo nato nelle scuderie Piaggio è pur sempre un cinquantino, dunque guidabile già a 14 anni. Ma non crediate che il motore elettrico, a impatto zero, infici in qualche modo sulle prestazioni: la Vespa Elettrica erogherà una potenza massima di 4 kW, pari cioè a 5,4 CV, e 200 Nm di coppia. Dunque avrà prestazioni persino superiori a quelle dei normali motori di cilindrata 50 cc. Due le modalità di guida: Eco, che imposta un limite di velocità a 30 km/h al fine di aumentare l’autonomia del mezzo e Power, ovvero l’opzione che non prevede vincoli di sorta.

Leggi anche: Dall’Australia arriva il motore ad ammoniaca

Per quanto riguarda l’autonomia, il Gruppo Piaggio garantisce non meno di 100 chilometri, anche in città. La batteria agli ioni di litio consente un efficiente sistema di recupero dell’energia cinetica che ricarica il mezzo nei tratti in discesa e nelle fasi di decelerazione (Kers, Kinetic energy recovery system). In primavera arriverà anche la versione X, ovvero ibrida, che ha 200 km di autonomia grazie a un “range extender” a benzina

Una Vespa Elettrica intelligente

Ma la vera novità riguarda il fatto che lo scooter sia già predisposto per adottare le soluzioni in fase di sviluppo con Gita, il robot costruito a Boston da Piaggio Fast Forward pronto a debuttare nei primi mesi del 2019. Grazie all’intelligenza artificiale, la Vespa Elettrica riconoscerà la presenza di persone e veicoli nelle vicinanze riducendo il rischio di incidenti. Ma riconoscerà anche il suo proprietario: grazie a Gita non servirà infatti più la chiave per avviare il mezzo.

Non solo, perché il computer di bordo calcolerà i tragitti da seguire in base al traffico monitorato in tempo reale. Caratteristiche che, unite al risparmio in fase di ricarica, fanno della Vespa Elettrica la scelta ideale per sgattaiolare nel traffico e muoversi in città, evitando che i continui “stop & go” pesino eccessivamente sul portafogli.

Leggi anche: Green Mobility, Andrea Poggio (Legambiente) ci spiega “Come cambiare la città e la vita”

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter