Trucchi e creme biodegradabili al 100%: addio a microplastiche inquinanti

Ultimo aggiornamento il 22 ottobre 2018 alle 16:52

Trucchi e creme biodegradabili al 100%: addio a microplastiche inquinanti

A realizzare la nuova linea di ingredienti completamente green ci hanno pensato il leader del bio Novamont e l'italiana Roelmi HPC

Cosmetici senza risciacquo composti da microplastiche interamente biodegradabili. E’ l’ultima frontiera di Novamont, leader europeo del Mater-Bi (noto per i sacchetti bio), raggiunta insieme a Roelmi HPC, azienda italiana specializzata nella produzione di ingredienti per prodotti dedicati alla cura della persona.

Ogni volta in cui togliamo trucchi e creme, immettiamo una serie di microplastiche (ndr “polveri di plastica“) inquinanti in mare. Così facendo, deturpiamo il naturale equilibrio della catena alimentare, intossicando gli animali che le ingeriscono, fino alle nostre tavole. Se in alcuni paesi europei sono in vigore norme che proibiscono l’introduzione in mare di questo genere di materie, l’Unione Europea sta cercando di mettere a punto divieti più restrittivi, anche per quanto riguarda l’Italia.

Trucchi e creme interamente biodegradabili

Se per i prodotti cosmetici da risciacquo (per esempio, lo scrub) una soluzione interamente biodegradabile era già disponibile da tempo, non lo era, invece, fino ad oggi, per i cosiddetti prodotti “leave on” (quelli che non prevedono risciacquo). Novamont insieme a Roelmi HPC sono stati i primi leader del settore a progettare materie prime prive di agenti inquinanti per le nostre acque: la linea di ingredienti Celus-Bi. 

Trucchi, creme solari idratanti ed emollienti sono i prodotti interessati dalla rivoluzione Novamont-Roelmi.  “La nostra azienda nasce come leader nel settore del biodegradabile. Il suo fine ultimo è il pieno sviluppo dell’ecologico. Non potevamo, certamente, rimanere indietro nel settore cosmetica – spiega Stefano Facco, responsabile del settore New business development di Novamont – ed i risultati ottenuti sulla pelle con questi prodotti sono ottimi: identici, se non superiori, a quelli dei cosmetici già esistenti”.  In questo caso non vale l’antico detto: “Per belli apparire, bisogna soffrire”, perché nessuno soffre; né noi, né l’ambiente intorno a noi.

“Questi nuovi ingredienti sono in grado di biodegradare nel giro di pochi giorni nel depuratore, garantendo che nessun residuo finisca nei fiumi e nei mari”, continua Facco. Ed è una vera e propria rivoluzione, considerando che le nostre acque raccolgono circa 24 tonnellate al giorno di polveri di plastica, per un totale di 8600 all’anno, derivanti dall’uso di cosmetici. Ad evidenziare la preoccupante situazione è l’associazione MedSharks con il supporto tecnico del CNR ISMAC di Biella, Università del Salento e Università degli Studi Roma Tre, nell’ambito del progetto“Clean Sea Life ”.

Il prodotto più avanzato della nuova gamma ecosostenibile è Celus-Bi Feel: un agente testurizzante che garantisce morbidezza, tocco vellutato, capacità filmogena, seboregolazione ed elevata compatibilità con sostanze attive, oli vegetali e fragranze. Il prodotto, in conformità con le linee guida dell’OCSE, è in grado di biodegradarsi rapidamente e totalmente nell’ambiente. Ma c’è di più, perché Celus-Bi produce un 75% – 95% in meno di emissioni di gas serra rispetto ai prodotti attualmente usati per le stesse applicazioni.  Celus-Bi Sphera (esfolianti) e Celus-Bi Esters (emollienti) completano la gamma interamente biodegradabile.

Novamont e il biodegradabile

“La nostra azienda produce esclusivamente materie prime, le quali vengono, successivamente utilizzate da altre società per la realizzazione di vari prodotti, tra cui i cosmetici. Questo nuovo ingrediente, già disponibile per le grandi aziende del make up, ha una capacità produttiva in grado di soddisfare il mercato europeo“, afferma il responsabile. Prossimamente, Roelmi presenterà Celus-Bi al Maker Faire 2018, la fiera dell’innovazione in programma a Roma nei prossimi giorni.  “Roelmi è sempre stata all’avanguardia nel settore innovazione in campo cosmetico ed ha trovato in Novamont una straordinaria fonte di opportunità per sviluppare una gamma di prodotti realmente ecosostenibili e accessibili”, sostiene Giacomo Santus, amministratore delegato di Roelmi HPC.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter