immagine-preview

Nov 17, 2018

Al via la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2018

Da oggi fino al 25 novembre entra nel vivo questo importante appuntamento sulla circular economy. Premiate le idee più virtuose o divertenti

Ha inizio oggi la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2018, arrivata ormai alla decima edizione. Il tema scelto per quest’anno è la “Prevenzione dei rifiuti pericolosi”. Cioè quelli altamente inquinanti, velenosi e nocivi. Non necessariamente sostanze industriali, perché tutti noi maneggiamo quotidianamente questo genere di prodotti, come cosmetici, batterie, vernici, pesticidi, lampadine e RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). E ricordate che il miglior rifiuto è quello non prodotto.

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2018

Come si anticipava, la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2018 che si terrà fino al 25 novembre, è un’iniziativa volta a promuovere la realizzazione di “azioni di sensibilizzazione”, così le hanno ribattezzate gli organizzatori, volte alla riduzione dei rifiuti. L’iniziativa, avviata qualche mese fa tramite una call per startup, imprese, associazioni, scuole ma anche singoli cittadini chiamati a mostrare le loro idee green, entrerà nel vivo proprio questa settimana, premiando i progetti più virtuosi e, perché no, pure più strambi.

Leggi anche: Frigoriferi a orologeria e lampadine “a obsolescenza”: la vita breve di elettrodomestici e smartphone

Le “3 R”

Tutto è costruito attorno alle “3 R”, azioni che, se inserite nella agenda quotidiana di ciascun cittadino europeo, possono contribuire a ridurre sensibilmente il numero di rifiuti in circolazione, permettendo alle materie prime in esaurimento di tornare in commercio con nuove sembianze. Quali sono le “3 R”?

Leggi anche: Roghi di rifiuti. La mappa dell’Italia data alle fiamme dalle ecomafie

Ridurre, Riutilizzare, Riciclare. Non crediate che sia un semplice slogan, perché anche la disposizione dei verbi non è casuale: la riduzione dei rifiuti dovrebbe essere sempre la prima priorità. Ridurre vuol dire in primo luogo effettuare una rigorosa prevenzione e riduzione alla fonte. La seconda migliore opzione è quella di riutilizzare i prodotti. Questo include anche la preparazione per il riutilizzo. Infine, la terza priorità è il riciclaggio dei materiali. Per seguire in diretta la premiazione e scoprire chi ha vinto consultate il sito dell’iniziativa.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter