immagine-preview

Gen 11, 2019

Call for ideas per i Caregivers, vinci il supporto per creare la tua startup sociale tecnologica

C'è tempo fino al 31 gennaio per presentare i propri progetti a sostegno di famigliari non autosufficienti

Il concorso Welfare Together è una call for ideas per i progetti che hanno una ricaduta positiva per la collettività e nasce per promuovere, con un approccio Open Innovation, quelle idee imprenditoriali che possono fornire una risposta attuale e innovativa ai bisogni delle persone.​

Leggi anche: Aics, ultimi giorni per partecipare al bando da 5 milioni per la cooperazione

La terza edizione di Welfare Together è “Prendersi cura di chi cura: i Caregivers“. Chi sono i Caregivers? Sono le persone che assistono regolarmente un proprio familiare non autosufficiente e si dedicano tempo pieno alla cura di chi non è più autonomo in famiglia. In Italia sono più di 15 milioni, tra i 15 e i 64 anni. E il 55% sono donne tra i 45 e i 55 anni.​

Il tema è più che mai attuale e diversi studi dimostrano come l’attività del caregiver sia molto faticosa, e che rischia di compromettere l’equilibrio psico-sociale della persona che si fa carico di situazioni di bisogno. Le ripercussioni possono essere diverse: rinuncia alla carriera, agli svaghi e al tempo libero, così come anche possono presentarsi contraccolpi psicologici e ricadute economiche per i costi legati all’assistenza, o ancora gli effetti sulla salute stessa di chi assiste.

Il concorso Welfare Together

In particolare Welfare Together è alla ricerca di progetti che siano in grado di alleggerire il carico del caregiver, e che permettano di “aiutare chi aiuta”:

– Misure di sostegno economico

– Forme di conciliazione vita-lavoro (organizzazione flessibile oraria)

– Sostegno psicologico

– Servizi di informazione sulle patologie per le quali è necessaria l’assistenza

– Servizi di informazione sulle soluzioni di assistenza disponibili per il caregiver stesso

– Possibilità di delegare a terzi parte delle attività (fare la spesa)

– Sviluppo di servizi di telemedicinamper invio e monitoraggio a distanza dei dati dell’assistito

– Sviluppo di forme di assistenza domiciliari sostitutive o integrative dell’attività del caregiver

– Sviluppo di network di persone che si trovano a gestire situazioni analoghe e che possano scambiarsi consigli e sostenersi a vicenda​

 

​I progetti presentati a Welfare Together dovranno essere ad alto contenuto tecnologico così come portatori di servizi innovativi che possano essere implementati all’offerta Welfare di Reale Mutua. Nella selezione del vincitore verrà dato particolare peso alle idee imprenditoriali che porranno attenzione alla sostenibilità e ai valori propri della mutualità.

Cosa c’è in palio?

Ai 5 progetti finalisti del Concorso Welfare Together verrà garantito un percorso di tutorship per la realizzazione di un vero e proprio business plan e servizi di pre-incubazione in un workshop della durata di 3 giorni in collaborazione con Make a Cube, incubatore e acceleratore specializzato in imprese ad alto valore sociale, ambientale e culturale.

Il progetto vincitore riceverà 20.000€ a fondo perduto e servizi di incubazione del valore di 10.000€ finalizzati alla costituzione della propria startup. Inoltre, la possibile partecipazione in equity di Reale Mutua, fino a un investimento di 1 milione di euro.

Chi può partecipare?

– Imprenditori e startup sociali con progetti di impresa

– Persone fisiche

– Imprese già costituite ed operanti da non oltre 12 mesi, anche sviluppate da organizzazioni consolidate (ad es, spin off di aziende costituite, spin off universitari, consorzi, joint venture etc..) non importa quale sia la forma giuridica (società cooperativa, srl, spa, impresa sociale, associazione, ecc.)

 

Per tutte le altre informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale dove sarà possibile reperire il regolamento.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter