Giornata della Terra. A quando l'Earth Overshoot day? - Impact

Ultimo aggiornamento il 23 aprile 2019 alle 15:13

Giornata della Terra. A quando l’Earth Overshoot day?

Oggi si festeggia il nostro pianeta, ma potrebbe mancare davvero poco all'Earth Overshoot day 2019, che indica lo scadere delle risorse annuali a nostra disposizione

Il 22 aprile si celebra la Giornata della Terra (o Earth Day), ma quest’anno non c’è proprio nulla da festeggiare perché potrebbe mancare poco, se non pochissimo, alle esequie figurate del pianeta: l’Earth Overshoot day, cioè il discrimine tra la fine delle risorse naturali a nostra disposizione nell’arco di un anno e l’inizio del periodo in cui andiamo a “credito”… insomma, quando iniziamo a scroccare dalla dispensa. Nel 2018 quel giorno è caduto il primo agosto, segnando l’ennesimo record negativo e, sebbene la data di quest’anno non sia stata ancora rivelata (anzi, è oggetti di un concorso per le scuole), il trend lascia presagire che rischi di essere nuovamente anticipata.

Che cos’è la Giornata della Terra

Nata il 22 aprile 1970 come movimento universitario, la Giornata della Terra ha come scopo quello di sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali del pianeta. Nel tempo, come spiegano gli organizzatori stessi sul sito ufficiale dell’evento, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo e informativo.

I gruppi ecologisti la utilizzano per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

 

Leggi anche: Unesco: “In futuro sempre più guerre si combatteranno per l’acqua. In 2 miliardi senza”

 

Che cos’è l’Earth Overshoot day

Si pone dunque agli antipodi della Giornata della Terra, l’Earth Overshoot day. Come si anticipava, secondo i calcoli dell’organizzazione di ricerca internazionale Global Footprint Network, nel 2018 cadde il primo agosto. Mai così presto dal 1971, ovvero il primo anno in cui iniziammo a indebitarci con il pianeta e con il nostro futuro. Data curiosa se si considera che la prima Giornata della Terra venne inaugurata nel ’70.

 

Leggi anche: L’inquinamento fa più morti di qualsiasi guerra

 

Salvo rarissime occasioni, quella scadenza è stata via via anticipata. Nel 1971 cadde il 21 dicembre. Pochi anni dopo, nel 1985, il pianeta era già esaurito a inizio novembre, il 5. Nel 2000, il 23 settembre. Nel 2010 iniziammo a intaccare le riserve il 9 agosto.

 

Leggi anche: #FridaysForFuture, Greta Thunberg candidata al Nobel per la Pace

 

È chiaro che ci si sta avvicinando a grandi falcate a giugno. Se l’anno si compone di 12 mesi, non può essere sostenibile un modello di sviluppo in cui iniziamo ad attingere alle riserve al secondo trimestre. È come se una famiglia esaurisse lo stipendio mensile ben prima del 15 e fosse costretta a tirare avanti con ciò che resta nel proprio conto in banca.

Quando sarà l’Earth Overshoot day 2019?

Non lo sappiamo. Quest’anno il team di ricerca ha deciso di trasformare l’evento in un concorso aperto alle scuole che consiste proprio nell’indovinare la data in cui avremo esaurito il pianeta. In questo modo si coinvolgono maggiormente le nuove generazioni – le più interessate dal debito contratto negli ultimi 50 anni dagli adulti – e le si sprona a ricercare modelli di sostentamento maggiormente sostenibili.

 

Leggi anche: Mattarella: “Siamo sull’orlo di una crisi climatica globale”

 

Qualche indizio comunque arriva proprio dal contest: la deadline per presentare le proprie date con le modalità di calcolo utilizzate è il 22 maggio prossimo. I risultati saranno resi noti il 5 giugno. Difficile, dunque, che l’Earth Overshoot day cada prima di allora. Ma potrebbe comunque essere pericolosamente vicino alla Giornata della Terra.

Stiamo divorando il pianeta

C’è comunque ancora spazio per qualche considerazione sulla base dei dati del 2018. Global Footprint Network  ha calcolato che per soddisfare la domanda di risorse naturali del nostro stile di vita (o meglio, di quello relativo all’anno scorso) occorrerebbero 1,7 Terre. Ovviamente non le abbiamo.

Si tratta di una media mondiale. Se tutti vivessero col tenore di vita degli italiani, per esempio, di Terre ne servirebbero 2,6. E non abbiamo nemmeno quelle. Ma i più voraci sono gli statunitensi, che si pappano annualmente l’equivalente di 5 pianeti, seguiti dagli australiani (4,1), dai sudcoreani (3,5), dai russi (3,3) e dai tedeschi (3). Siccome a questi ritmi non c’è “cibo” per tutti, c’è chi fa la fame. È il Terzo mondo, costretto a digiunare non per mancanze di risorse, ma per la sperequazione crescente tra ricchi e poverissimi.

Fonte: Ecological Footprint

Leggi anche: #FridaysForFuture: La nostra casa è in fiamme. Abbiamo ancora il tempo di spegnerla?

Giornata della Terra 2019, tutti gli eventi

Segnaliamo infine gli eventi previsti oggi:

Happy Earth Days 2019

Campania, Napoli

Le foreste di Campigna

Emilia Romagna, Santa Sofia – Forlì-Cesena

La nostra Terra

Emilia Romagna, Camposanto

Gli abitanti degli alberi

Emilia-Romagna, Argelato (Bo)

Pedagnalonga

Lazio, Terracina (LT)

Aspettando l’Earth Day

Lazio, Formia

Earth Day Fondi 2019

Lazio, Fondi

Sleeping Concert 2019

Lombardia, Cormano (MI)

Settimana della Terra

Marche, Mondolfo

Giornata della Terra

Piemonte, Valperga (TO)

Giornata Mondiale della Terra 2019

Piemonte, Serravalle Scrivia (AL)

Earth Day Run (IV edizione)

Puglia, Francavilla Fontana (BR)

Giornata della Terra – Tricase

Puglia, Tricase (LE)

Earth Day 2019

Puglia, Bisceglie

ARPAS incontra le scuole

Sardegna, Sassari

ARPAS incontra le scuole

Sardegna, Sassari

ARPAS INCONTRA LE SCUOLE

Sardegna, Cagliari

Arpas incontra le scuole

Sardegna, Cagliari

ARPAS INCONTRA LE SCUOLE

Sardegna, Cagliari

Arpas incontra le scuole

Sardegna, Cagliari

Earth Day Cefalù – #7daysforyou

Sicilia, Cefalù (PA)

Earth Day Palermo 2019

Sicilia, Palermo

Un gelsomino per Acquedolci

Sicilia, Acquedolci (ME)

Benvenuta Primavera

Toscana, Castiglione della Pescaia (GR)

Earth Day Cup 2019

Valle d’Aosta, Brissogne

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter