Fanfoni: "Le startup green puntano tutto sulla tecnologia" - Impact
single.php

Ultimo aggiornamento il 22 maggio 2019 alle 12:22

Fanfoni: “Le startup green puntano tutto sulla tecnologia”

L'ecosistema delle startup italiane che hanno progetti verdi non è mai stato tanto smart. Sono questi i dati che emergono dalla prima Call di Eni Gas e Luce

“Non ci aspettavamo una simile quantità di progetti, ma soprattutto una simile qualità”. Mauro Fanfoni, Responsabile strategy and innovation di Eni Gas e Luce, chiude con queste parole la prima parte della Call per Startup indetta dalla società. “Abbiamo tra le mani numeri importanti, perché le startup candidate sono circa 70. E da questi numeri possiamo ricavare dati altrettanto importanti: per esempio che, in tema green, le realtà italiane sono a dir poco smart e puntano tutto sulla tecnologia”.

Mauro Fanfoni, Responsabile strategy and innovation di Eni gas e luce

La carica delle 70 startup innovative

Per esempio, per la categoria Energy Efficiency for a Sustainable Building, uno dei progetti più interessanti tra quelli arrivati all’attenzione del team di Fanfoni consiste nell’elaborare un sistema che riduce il consumo energetico degli impianti termici degli edifici, senza doverli sostituire. Un risparmio notevole per il consumatore che consentirebbe anche un beneficio importante per l’ambiente.

Leggi anche: Fuorisalone, Eni gas e luce lancia la sua prima call per startup innovative

Da quello che è dato sapere al momento (sulle idee della Call vige il più totale riserbo, anche perché questi progetti potrebbero non essere quelli selezionati all’Innovation Day del 26 giugno), tutto ciò sarebbe possibile raccogliendo una grande mole di dati da pochi punti di controllo. Il sistema ottimizzerebbe la gestione dell’impianto per mezzo di algoritmi di machine learning che, monitorando le abitudini energetiche del cliente, potrebbe suggerire nuove logiche di gestione, più convenienti e meno dispendiose.

Fanfoni: rendere l’utente un consumatore consapevole

“Quello che ci è piaciuto maggiormente di questo progetto – racconta Fanfoni – è che sposa in pieno la nostra volontà di corresponsabilizzare i consumatori”. Infatti, il progetto presentato dalla startup prevede un’app dedicata che consente all’utente di monitorare quasi in tempo reale i consumi domestici, anche con una previsione di spesa ottenuta sempre tramite machine learning. Grazie all’app, l’utente potrà inoltre comparare i propri consumi a quelli del vicinato e ottenere un’indicazione qualitativa sul proprio comportamento energetico. “In questo modo – conclude Fanfoni – gli utenti comprendono in che modi è possibile consumare meglio l’energia che pagano”.

Mauro Fanfoni, Responsabile strategy and innovation di Eni gas e luce

Qualche numero

Il numero totale di startup che hanno risposto alla Call for Innovation di Eni Gas e Luce e inviato la propria candidatura attraverso il portale Open Innovation è di circa 70. Di queste, 10 verranno selezionate e invitate a partecipare all’ Innovation Day che si terrà il prossimo 26 giugno 2019. La call è stata strutturata in 3 differenti aree: quella che ha suscitato il maggior interesse è stata Energy Efficiency for a Sustainable Building con il 69% delle candidature, seguita da Digital Service for a better living con il 16% e Safety and Security con il 15%. “È appena finita la prima parte del nostro progetto – ha commentato Fanfoni – ma adesso ha inizio il lavoro vero, perché da 70 dovremo scremare 20 progetti, quindi 10. Sarà difficile, vista la qualità degli stessi”.

Un dialogo ininterrotto con le startup

“La nostra prima Call è stata anche l’occasione di aprire un dialogo stabile con l’ecosistema delle startup” – ha aggiunto Fanfoni. “Abbiamo infatti lanciato anche il nostro portale sull’Open Innovation che ospita 6 call senza scadenza alle quali ogni startup potrà aderire in libertà in ogni momento”. “Ma l’appuntamento più importante – ha concluso il Responsabile strategy and innovation di Eni Gas e Luce – è ora fissato per il 26 giugno. Anche se non mancheranno altre novità nel corso del 2019″.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter