Berlino accelera sul green: bus, metro e tram a 1 euro al giorno - Impact
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 17 luglio 2019 alle 16:55

Berlino accelera sul green: bus, metro e tram a 1 euro al giorno

In arrivo un abbonamento annuale da 365 euro che alle casse dell'azienda pubblica dei trasporti costerà 100 milioni di euro in due anni di mancati incassi

Proprio nei giorni in cui entra in vigore il contestato aumento delle tariffe del trasporto pubblico milanese, Berlino prova a dimostrare che si può mantenere un sistema efficiente proponendo al pubblico prezzi concorrenziali. «Se voglio incentivare davvero i miei concittadini a servirsi dei mezzi pubblici e a lasciare l’auto a casa, devo far loro la migliore offerta possibile», ha annunciato il sindaco Spd Michael Müller.

Fonte: Weil wir dich lieben - BVG

La novità del trasporto di Berlino

«Sulla spinta della questione ambientale», ha proseguito il primo cittadino, l’amministrazione si è posta «un obiettivo realistico e fattibile», che ha già incassato «le reazioni positive dei cittadini». Obiettivo sicuramente coraggioso dato che, è stato calcolato, all’azienda pubblica Bvg costerà qualcosa come 50 milioni di euro annui di mancato incasso. E, dato che la qualità del servizio pubblico di Berlino non può calare, i soldi li dovrà mettere la Bundesrepublik, ovvero lo Stato centralizzato, che in Germania, considerata la natura federale, subentra sempre e solo in ultima istanza. Ma, dato che il progetto è a favore dell’ambiente, non sembrano esserci intralci a questa eventualità.

Fonte: Weil wir dich lieben - BVG

Un biglietto giornaliero a 1 euro

Questo perché l’idea di Michael Müller è a dir poco rivoluzionaria: introdurre biglietti giornalieri a 1 euro, validi per ogni mezzo del trasporto pubblico di Berlino, dai bus alla metro, passando persino per quelli fluviali. L’esigenza della compagnia, invece, era opposta. Si chiedeva infatti di procedere con un ritocco all’insù delle tariffe, per fare fronte all’aumento dei costi dell’energia e all’esigenza di rinnovare il parco mezzi circolante.

Fonte: Weil wir dich lieben - BVG

Per la verità la giunta, in origine, aveva promesso ben altro, ovvero il “biglietto gratuito”. Solo l’ineludibile necessità di fare cassa ha fatto virare verso il “modello Vienna”, una delle prime capitali europee ad avere optato per l’abbonamento annuale da 365 euro (a Milano l’annuale costa 330 euro).

Leggi anche: Parigi si schiera contro l’anarchia dei monopattini elettrici

Un vero e proprio dimezzamento del costo, dal momento che attualmente è in vendita a 761 euro. Anche Bonn, nel Land della Renania Settentrionale-Vestfalia e Reutlingennel Land del Baden-Württemberg, stanno già sperimentando il biglietto da 1 euro.

Fonte: Weil wir dich lieben - BVG

Ma non sarà la sola miglioria, dato che il sistema prevede ulteriori agevolazioni per studenti, tirocinanti e statali. Questi ultimi avranno la possibilità di viaggiare gratis.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter