I sacchetti in cera d’ape di Etee: "Eliminiamo la plastica dal pianeta"
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 30 settembre 2019 alle 5:34

I sacchetti in cera d’ape di Etee: “Eliminiamo la plastica dal pianeta”

L'azienda canadese è nata per caso, un giorno in cui il suo fondatore decise di fare kayak nel fiume e finì in acqua a causa di un sacchetto di plastica

La plastica è il problema. E noi abbiamo la soluzione”. “Di’ addio alla plastica e unisciti alla nostra rivoluzione”. Questi sono due degli slogan con cui Etee, azienda canadese con sede a Toronto, sta portando avanti il proprio progetto di un mondo completamente libero dalla plastica. Grazie a prodotti d’uso quotidiano naturali, riutilizzabili e 100% biodegradabili, che si possono acquistare direttamente sul loro sito. Qualche esempio? Pellicola per alimenti, sacchetti portapranzo, sacchetti per sandwich e panini, tovagliette, utensili per cucina, kit per la pulizia delle stoviglie, cannucce, persino spazzolini da denti e filo interdentale. Tutto rigorosamente plastic free.

La storia di Etee

Steve Reble – imprenditore, musicista, fondatore di Etee e grande appassionato di kayak – si è reso conto di quanto la plastica fosse dannosa per il pianeta il giorno in cui ha avuto un piccolo incidente per colpa di un sacchetto, finito come rifiuto nel fiume. Anzi, sono in due a essere finiti nel fiume, perché quel sacchetto lo ha fatto capovolgere. Questo evento l’ha portato a riflettere su come quel materiale fosse inquinante, pericoloso e presente praticamente dappertutto. Ogni anno produciamo infatti 300 milioni di tonnellate di plastica, di cui appena il 6% viene successivamente riciclato: il resto, non essendo biodegradabile, rimane nell’ambiente in piccole particelle.

 

In two years the etee family eliminated over 100 MILLION pieces of single use plastic. What's next? 1 BILLION. Here’s how – you think we got what it takes?•https://www.treehugger.com/green-home/join-etee-innovative-and-plastic-free-buyers-club.html?fbclid=IwAR2LVjVFyDtA6nRye6uxszXCkv7H_60PdlJ35G3TL5urxDQkDG89PV5eED8

Geplaatst door etee op Woensdag 10 juli 2019

 

Era necessario fare qualcosa affinché la natura – ma anche la salute degli uomini, dato che le sostanze chimiche utilizzate per la plastica hanno delle correlazioni con alcune patologie – non finissero per essere compromesse definitivamente dalla plastica. Da questa considerazione, e dopo diversi test e prove, è nato un materiale naturale di alta qualità. Prodotto da cera d’api, oli essenziali, cotone biologico certificato e resine naturali. Un risultato che ha convinto Steve a realizzare il suo sogno e il suo progetto. Anche per i suoi figli: uno dei quali, all’epoca, in arrivo. Era il 2017.

Leggi anche: A Roma i mezzi pubblici si pagano in plastica

Nel primo anno di vita di Etee, Steve è riuscito ad acquisire circa 100.000 clienti, eliminando 50 milioni di oggetti in plastica usa e getta. I diversi articoli, che sono anche lavabili, possono durare da 4 mesi fino a un anno.


Il lancio su Indiegogo

Per un mondo libero dalla plastica, gli articoli devono essere sì naturali, ma anche convenienti, in modo che un numero sempre più elevato di persone possano acquistarli. E così che l’azienda ha deciso di lanciare una campagna su Indiegogo per promuovere un abbonamento, con cui ottenere per sempre fino al 50% di sconto e altri vantaggi (come l’acquisto prioritario di nuovi prodotti). La raccolta è terminata il 1 agosto 2019 a quota 209 mila euro, ma la “lifetime membership” è ancora disponibile sulla piattaforma. Nel futuro dell’azienda c’è il lancio di nuovi articoli. E ovviamente il desiderio di un mondo sempre più green e senza plastica.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter