Turismo sostenibile, partono i bus a idrogeno di Flixbus
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 17 settembre 2019 alle 11:41

Partono i bus a idrogeno di Flixbus

La flotta green della compagnia tedesca si arricchisce di nuovi autobus a impatto zero. «La scelta di viaggiare in autobus anziché con la propria auto consente di risparmiare circa l’80% delle emissioni di CO2»

Gli autobus verdi di Flixbus diventano sempre più green. E il turismo su gomma proposto dalla compagnia tedesca sempre più sostenibile. Dopo aver introdotto i primi bus elettrici sulle tratte a lunga percorrenza, arrivano ora quelli alimentati a idrogeno.

L’accelerazione green di Flixbus

«FlixBus dispone già di una flotta estremamente green, e la scelta di viaggiare in autobus anziché con la propria auto consente di risparmiare circa l’80% delle emissioni di CO2», ha dichiarato André Schwämmlein, fondatore e amministratore delegato di FlixMobility.

«Ciononostante – ha aggiunto – continuiamo a lavorare per rendere il nostro servizio sempre più sostenibile. Abbiamo già introdotto con successo i primi autobus elettrici sulla lunga percorrenza: ora, attraverso la collaborazione con Freudenberg Sealing Technologies per lanciare i primi autobus a idrogeno, vogliamo contribuire a un ulteriore svolta nella storia della mobilità».

I bus a idrogeno

Gli autobus a fuel cell (celle a combustibile) avranno un’autonomia di 500 km e potenza e accelerazione in linea con gli standard attuali del trasporto in autobus a lunga distanza. E certamente saranno più silenziosi, quindi ancora più comodi per i passeggeri.

Leggi anche: Torino, in autunno i bus a guida autonoma

«Al momento – fanno sapere da FlixBus – siamo il solo operatore a impatto zero, compensando le emissioni di CO2 della propria corsa attraverso una piccola donazione all’atto della prenotazione. Tale contributo viene devoluto ad Atmosfair, ONG impegnata nella realizzazione di progetti di protezione ambientale certificati a livello internazionale».

«La possibilità di azzerare completamente l’impatto ambientale del viaggio si affianca, tra gli elementi che contribuiscono a fare di FlixBus una soluzione fortemente green, alla modernità della flotta, che risponde ai più recenti standard in fatto di innovazione, e al valore che attribuito alla sostenibilità nei training erogati ai conducenti, che FlixBus istruisce ad adottare uno stile di guida a basso impatto ambientale».

Qualche dato sulla mobilità integrata

A quanto risulta dall’incremento di prenotazioni sulle rotte verso gli aeroporti italiani osservato questa estate, agli italiani viaggiare in bus per le vacanze piace. Tra giugno e agosto 2018, le tratte per Fiumicino e Orio e al Serio hanno registrato, rispettivamente, un incremento di passeggeri pari al 45% e al 70% rispetto allo scorso anno, mentre su quelle con Malpensa, i passeggeri sono aumentati di sei volte rispetto all’estate 2018. Entrando nel dettaglio, si possono citare, a titolo di esempio, le relazioni Torino-Malpensa (+276% rispetto al 2018), Genova-Orio al Serio (+130%) e Napoli-Fiumicino (+62%).

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter