Dal 1 ottobre diesel euro 4 fermi in garage. Dove è attivo il divieto? - Impact
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 1 ottobre 2019 alle 5:31

Dal 1 ottobre diesel euro 4 fermi in garage. Dove è attivo il divieto?

Una misura che riguarda Milano, Torino e altre città. E voi potete circolare?

Da oggi, martedì 1 ottobre, scatta il divieto di circolazione per le automobili diesel euro 4 nel Nord Italia. La misura riguarderà diversi comuni della Pianura Padana tra Lombardia e Piemonte, due Regioni che hanno aderito al protocollo Aria Pulita. In questa lotta all’inquinamento sono coinvolte anche Veneto ed Emilia Romagna con dettami meno stringenti.

La mia auto può circolare?

Per quanto riguarda la Lombardia, la città di Milano è la capofila; in Piemonte il divieto è limitato a Torino e ai comuni limitrofi con più di 20mila abitanti. Anche in Veneto e in Emilia Romagna il 1 ottobre segna una nuova stretta contro i veicoli diesel, ma per i limiti ai diesel euro 4 saranno determinanti gli sforamenti di PM10 in più giorni consecutivi. Per venire in soccorso alla domanda “La mia macchina può circolare?”, il portale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti permette a chiunque di capire se il proprio mezzo ha il via libera o meno. Basta inserire targa e tipo di veicolo.

Milano: basta euro 4

Da febbraio, l’area B di Milano è la zona a traffico limitato più grande d’Italia (copre oltre il 70% del territorio comunale). Dal 1 ottobre – dalle 7:30 alle 19:30, dal lunedì al venerdì – non potranno più entrarci i diesel euro 4, a eccezione di quelli utilizzati per scopi commerciali (i proprietari hanno però un anno di tempo per adeguarsi al nuovo divieto e acquistare un veicolo meno inquinante). Come vi abbiamo già spiegato, saranno oltre 150mila le automobili da lasciare in garage soltanto a Milano.

Piemonte

Anche Torino22 comuni dell’area metropolitana (come Vinovo, Moncalieri, Ivrea e Chivasso) sono coinvolti nel bando ai diesel euro 4. Negli ultimi anni la città della FIAT si è attivata per cambiare marcia e testare mezzi di trasporto meno inquinanti, come l’autobus a guida autonoma. L’allora assessore all’Innovazione del Comune di Torino, Paola Pisano, attuale ministro dell’Innovazione, ci aveva anche raccontato del progetto che sotto la Mole sfrutta i droni per il trasporto passeggeri.

Leggi anche: Torino, in autunno i bus a guida autonoma. E presto voleranno i droni-taxi

Veneto, attenti ai PM10

Nel Nord-Est il divieto di circolazione per i diesel euro 4 subirà limiti meno draconiani. In tutti i capoluoghi di provincia del Veneto, dal 1 ottobre fino al 15 dicembre e dal 7 gennaio al 31 marzo 2020, scatta il bando dei diesel fino agli euro 3. Ma nel momento in cui si dovessero sforare i limiti di PM10 nell’aria per quattro giorni consecutivi, anche i diesel euro 4 avrebbero la strada sbarrata.

Leggi anche: Quanto diesel respiriamo? Le mappe interattive dell’inquinamento da biossido di azoto a Milano e a Roma

Emilia Romagna

Anche qui i diesel euro 4 sono “salvi” per ora. Come spiega l’Arpae (Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia dell’Emilia-Romagna), il divieto per questa categoria di veicoli si attiva soltanto nel momento in cui – dal 1 ottobre al 31 marzo 2020 – i PM10 sforano i limiti per tre giorni consecutivi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter