Che mondo sarebbe senza plastica. Il sogno green di Nutella
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 11 ottobre 2019 alle 14:46

Che mondo sarebbe senza plastica. Il sogno green di Nutella

Il piano di Ferrero per studiare packaging riutilizzabili, riciclabili e compostabili

La Nutella abbandona gli imballaggi di plastica. Almeno questo è l’obiettivo che l’azienda di Alba si è imposta entro il 2025, quando la crema alla nocciola più famosa al mondo mostrerà anche il suo lato green. La novità è stata annunciata dall’azienda all’interno del decimo Rapporto Rapporto di Responsabilità Sociale del Gruppo, dove si parla dell’impegno di “rendere tutti gli imballaggi riutilizzabili, riciclabili o compostabili al 100% entro sei anni”. Lapo Civiletti, l’amministratore delegato del Gruppo Ferrero ha spiegato così quest’operazione votata all’economia circolare e alla riduzione della plastica: “Questo nuovo impegno per il packaging è un passo importante per raggiungere questo obiettivo”.

Nutella cerca idee

Mentre l’Europa metterà al bando diversi prodotti monouso entro il 2021, la scelta di Nutella di abbandonare gli imballaggi in plastica si spiega proprio con una responsabilità sociale dell’azienda vissuta anche in ottica di sostenibilità e tutela dell’ambiente. Per fare questo, la crema spalmabile chiede l’aiuto anche delle startup e del mondo dell’innovazione, aprendo un processo di open innovation che potrebbe scovare nuove soluzioni di packaging, magari fatti in materiali compostabili e meno impattanti sulla salute del pianeta.

Leggi anche: Barilla sfida Ferrero con una crema spalmabile che punta sulla sostenibilità

Leggi anche: Chef in Camicia, la startup di video ricette per millennial chiude un round da 1,2 milioni

Oltre a proporre un packaging plastic free sugli scaffali dei supermercati in tutto il mondo, i creatori della Nutella si impegneranno anche a informare tutti i consumatori sui metodi migliori per lo smaltimento degli imballaggi. L’azienda, fa sapere nel comunicato stampa, valuterà anche una collaborazione con “associazioni affidabili per contribuire a una soluzione”. Quel che è certo, giusto per non allarmare gli amanti della crema spalmabile, è che il gusto della Nutella non è a rischio. Insieme alla pubblicazione del decimo Rapporto di Responsabilità Sociale, Ferrero ha fatto sapere di avere anche firmato l’impegno globale per una nuova economia della plastica promosso dalla Fondazione Ellen MacArthur.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter