Airlite, la pittura mangia-smog, conquista anche Eataly
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto
In collaborazione con Logo Content By

Ott 15, 2019

Airlite, la pittura mangia-smog, conquista anche Eataly

Dopo gli importanti riconoscimenti ricevuti, l’azienda sigla altre partnership e lancia la campagna di crowdfunding su Mamacrowd

Ott 15, 2019

Airlite, la pittura mangia-smog, conquista anche Eataly

Dopo gli importanti riconoscimenti ricevuti, l’azienda sigla altre partnership e lancia la campagna di crowdfunding su Mamacrowd

Una pittura mangia-smog, in grado di assorbire l’inquinamento grazie a una polvere minerale al 100% naturale.

Airlite, questo prodotto innovativo, una volta diluito in acqua si può applicare come una normale pittura architettonica su tutti i tipi di pareti. Una novità già messa in pratica in Italia (a Roma e a breve anche a Milano per mano dell’artista Iena Cruz), Svizzera, Regno Unito e Cina.

Prodotto dall’azienda AM Technology, Airlite, nei suoi primi 4 anni di attività, ha sviluppato un fatturato complessivo di 3,5 milioni di euro, di cui 850.000 euro nei primi 6 mesi del 2019.

Recentemente, Airlite ha siglato una nuova partnership, con Eataly, e ha avviato una campagna di crowdfunding su Mamacrowd con l’obiettivo di rafforzare la propria rete commerciale e puntare al mercato statunitense, il più difficile a livello globale ma, allo stesso tempo, quello con il maggiore potenziale.

 

Come funziona Airlite

“In Airlite ci prendiamo cura della qualità dell’aria, che è da sempre il nostro bene più prezioso – ha affermato Antonio Cianci, CEO di AM Technology – Questo prodotto consiste in una pittura speciale che utilizza la luce per ridurre l’inquinamento dell’aria ed elimina batteri e muffe in modo naturale, senza l’utilizzo di sostanze chimiche. Airlite libera le molecole ossidanti che attaccano gli agenti inquinanti e trasforma questi ultimi in sali minerali, innocui e facilmente neutralizzabili. Inoltre, riflettendo la componente calda della luce solare, la pittura mantiene freschi gli ambienti senza dovere ricorrere all’utilizzo degli impianti di condizionamento, contribuendo, in questo modo, a ridurre il consumo di energia e le emissioni di CO2.”

Attivata dalla luce, la pittura di Airlite riduce, quindi, gli inquinanti nell’aria (ossidi di azoto, formaldeide, acetaldeide, cloruro di metilene, benzene), elimina i cattivi odori e previene la crescita di batteri, impedendo allo sporco di depositarsi sulle pareti.

L’azione di Airlite è efficace sia sulle pareti esterne che su quelle interne, dove, grazie alla luce artificiale, la pittura riesce, comunque a svolgere la sua funzione antinquinamento. Grazie all’effetto della circolazione dell’aria, i suoi benefici si estendono, poi, a tutto l’ambiente circostante.

Così come dopo un temporale l’elettricità naturale genera ioni che puliscono l’aria, allo stesso modo lavora Airlite sulla superficie dove viene applicata. “Grazie a una tecnologia brevettata, attraverso un materiale semiconduttore simile a quello dei pannelli solari per generare elettricità, la pittura produce delle piccole cariche elettrostatiche, che combinandosi con il vapore acqueo e l’ossigeno presenti nell’aria, creano gli stessi ioni negativi, purificando l’aria in modo 100% naturale”, spiega il CEO.

 

Ogni metro quadrato di questa particolare pittura è in grado di purificare l’ambiente nella stessa proporzione in cui agisce un metro quadrato di alberi ad alto fusto. Se dipingiamo una superficie di 100 metri quadrati, quindi, Airlite eliminerà la stessa quantità di inquinamento di un bosco di 100 metri.

Prodotta nello stabilimento di proprietà in Canton Ticino, Airlite viene messa a punto con macchinari e tecnologie di proprietà e si applica come una normale pittura, con il pennello o il rullo. “È disponibile in 180 colori, garantendo una finitura di alta qualità estetica, per un costo paragonabile a quello di una pittura di buona qualità”, spiega Massimo Bernardoni, CTO e inventore della tecnologia.

 

La nuova partnership

Eataly è da poco entrata a supporto del progetto. Oltre alla fornitura di Airlite per l’applicazione all’interno dei punti vendita della catena di Oscar Farinetti, con Eataly sarà avviato un modello di commercializzazione innovativo che coinvolgerà anche Green Pea, il superstore ecofriendly che vedrà la luce al Lingotto di Torino nel 2020.

Massimo Bernardoni e Oscar Farinetti

“Siamo estremamente soddisfatti dell’accordo stipulato con Oscar Farinetti – afferma Massimo Bernardoni – Oggi molte aziende sposano la transizione verso un modello di sviluppo sostenibile e questo ci rende fiduciosi in un cambiamento a livello globale, più attento alle esigenze dell’ambiente e della collettività”.

La campagna di crowdfunding

Con l’intenzione di accelerare la sua crescita, AM Technology ha lanciato la raccolta di capitali su Mamacrowd.

I fondi raccolti saranno utilizzati per rafforzare la rete commerciale, con l’obiettivo, per il 2020, di consolidare la propria presenza non solo nei mercati dove già opera, ma anche all’interno dei business partner spagnoli e dell’America Centrale.

Airlite punta agli U.S.A.: un mercato sicuramente difficile, ma anche quello che offre di più.

 

Premi e riconoscimenti

Inclusa da KPMG tra le maggiori innovazioni del mercato Real Estate nel Real Estate Innovation Overview 2019, la tecnologia Airlite è anche stata individuata dalle Nazioni Unite come una delle 4 più efficaci al mondo nella lotta all’inquinamento atmosferico.

Di recente è stata proclamata vincitrice all’Open Innovation Call di New York, il riconoscimento che premia le ultime tecnologie per il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione degli effetti delle isole di calore.

Il Ministero della Salute messicano la ha inserita tra gli strumenti per ridurre le infezioni all’interno degli ospedali, mentre quello italiano ha riconosciuto la tecnologia ideale per migliorare il comfort abitativo nelle scuole.

 

Airlite ha, inoltre, ottenuto importanti certificazioni (tra queste: Friendly Materials, Green Seal, Leed Compliant, Well compliant, Zero VOC) ed è già stata scelta da aziende come Autogrill, Decathlon, Poste Italiane, Italgas, Polo Ralph Lauren, Pernod Ricard e China State Construction per migliorare la qualità dell’aria all’interno di uffici e negozi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter