FCA e PSA: "Fusione per creare leader mondiale della mobilità sostenibile"
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 31 ottobre 2019 alle 12:49

FCA-PSA: “Fusione per creare leader mondiale della mobilità sostenibile”

L'unione tra i due gruppi porterebbe alla nascita del quarto costruttore globale: 8,7 milioni di veicoli

Le nozze tra FCA (FIAT Chrysler Automobiles) e Groupe PSA, che controlla Peugeot e Citroën, sono state confermate da un comunicato stampa congiunto poche ore dopo le anticipazioni del Wall Street Journal. Oltre a ufficializzare l’unione tra le due case automobilistiche, il documento mette nero su bianco alcuni degli obiettivi di questo nuovo colosso del mondo automotive (insieme FCA e PSA diventerebbero il quarto costruttore al mondo con 8,7 milioni di veicoli): “La società risultante dalla fusione – si legge nel comunicato – unirebbe le ampie e crescenti competenze di entrambe le società in quelle tecnologie che stanno plasmando la nuova era della mobilità sostenibile, tra cui la propulsione elettrificata”. Auto elettriche, uscendo dal linguaggio tecnico.

La corsa all’elettrico: c’è anche FCA

L’unione tra il Gruppo FCA e il Groupe PSA porta così un nuovo protagonista nel mondo della mobilità elettrica. In Europa, soprattutto a seguito dello scandalo Dieselgate che ha colpito Volkswagen, l’opinione pubblica e il mercato sono diventati più sensibili al tema dell’inquinamento causato anche dal traffico automobilistico che soffoca le nostre città. Una delle ultime case automobilistiche a inaugurare un esemplare elettrico è stata la tedesca Porsche: Taycan è il suo nuovo modello che punta a sfidare Tesla. La stessa Volkswagen – forse per correre ai ripari – ha già annunciato di voler investire 80 miliardi di euro nella produzione di auto elettriche.

Leggi anche: La svolta elettrica di Porsche: la Taycan insegue Tesla (a 260 km/h)

Come confermato nel comunicato stampa, questa nuova creatura del mondo automotive è il frutto di una fusione alla pari con  il 50% degli azionisti di PSA e l’altro 50% degli azionisti di FCA. Un’operazione di questo tipo richiederà comunque tempo: il documento congiunto fa infatti riferimento a “7 anni di standstill”. Come spiega il Sole 24 Ore, il gruppo sarà forte soprattutto in tre mercati continentali (Europa, Nord America e Sud America), mentre l’Asia è un mercato su cui ancora dovrà farsi strada.

Sostenibilità e tecnologia

FCA e PSA uniranno le forze e le competenze anche per competere con giganti come Google che già stanno lavorando sulle tecnologie più avanzate legate al mondo delle quattro ruote. Nel comunicato stampa si fa riferimento, per esempio, alla guida autonoma su cui è al lavoro il motore di ricerca più grande al mondo. Il nuovo costruttore dovrà confrontarsi anche con la “connettività digitale”, senza citare in modo esplicito il 5G: la nuova prateria tech per le smart city, dove i veicoli intelligenti potranno sempre di più parlare con altri dispositivi per raccogliere e ricevere dati.

Leggi anche: 5G Is ON: come funziona la rete e cosa può fare per tutti

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter