EasyJet volerà carbon free? Intanto spende 29 milioni per piantare alberi
#SIOS19 12762 Biglietti
Registrati

Ultimo aggiornamento il 21 novembre 2019 alle 6:09

EasyJet volerà carbon free? Intanto spende 29 milioni per piantare alberi

L'impegno è far decollare aerei ibridi ed elettrici, ma la compagnia ha già in cantiere un piano green. I numeri delle deforestazione nella Giornata Nazionale degli Alberi

Ditelo subito a Greta Thunberg. EasyJet sta lavorando per diventare la prima compagnia aerea carbon free al mondo. Questo non significa che l’azienda britannica abbia già pronta una formula segreta per far decollare i suoi aerei senza inquinare. Certo, l’obiettivo dichiarato è quello e anche altre concorrenti stanno lavorando per ridurre l’inquinamento provocato dai velivoli che ha spinto l’attivista svedese ad attraversare l’Atlantico in barca andata e ritorno (il ritorno è in corso).  Per portarsi avanti nella sfida green nei cieli, EasyJet ha stanziato 29 milioni di euro – così leggiamo su un sito specializzato – per un piano di riforestazione in grado di compensare gran parte dell’emissioni prodotte dai suoi voli. Una buona notizia da festeggiare proprio oggi, la Giornata Nazionale degli Alberi.

© Fonte: Profilo Facebook EasyJet

Il piano green di EasyJet

«Ci rendiamo conto che compensare le emissioni è soltanto una soluzione ad interim in attesa che arrivino altre tecnologie capaci di ridurre radicalmente le emissioni dei voli. Ma vogliamo agire ora». Le parole sono di Johan Lundgren, l’amministratore delegato di EasyJet: la politica aziendale accoglie così la tendenza dei viaggiatori a preferire modelli di trasporto meno inquinanti. Dal comunicato stampa pubblicato sul sito della compagnia aerea non si sa ancora verso quali zone del mondo si concentreranno i piani di riforestazione da finanziare. In Australia sono giorni che vasti incendi stanno devastando gli stati orientali, dove le temperature sfiorano i 45 gradi. E l’estate scorsa il mondo ha pianto guardando le immagini dallo spazio che fotografavano l’Amazzonia in fiamme. Le zone in emergenza non sono poche.

Leggi anche: Vecchi dirigibili per volare green verso il futuro. Greta approverà?

© Fonte: Profilo Facebook EasyJet

Mentre EasyJet pianterà gli alberi nel tentativo di compensare le emissioni dei suoi voli, la compagnia ha già stretto accordi con l’americana Airbus per realizzare i primi aerei ibridi ed elettrici da impiegare nei cieli europei. Sempre EasyJet sta lavorando con la startup californiana Wright Electric: l’obiettivo è mettere in produzione velivoli elettrici per tratte brevi.

La Giornata Nazionale degli Alberi

Solo una moda o un gesto sincero per occuparsi del pianeta? Abbellire le città con il verde è senz’altro una delle azioni pubbliche più diffuse negli ultimi tempi. E in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi è doveroso ricordare alcune cifre che inquadrano l’entità dell’emergenza deforestazione a livello globale. Secondo l’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, l’agosto 2019 ha registrato 79mila incendi contro i 16mila dell’agosto 2018: il 49% si sono verificati in Asia, il 28% in sud America.

Leggi: Bird strike, per gli aerei gli stormi sono proiettili. Una startup lavora per la sicurezza dei voli

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter