In Cina il primo treno ad alta velocità senza conducente

Ultimo aggiornamento il 15 gennaio 2020 alle 6:51

In Cina il primo treno ad alta velocità senza conducente

Corre a 350 km/h ed è già pronto per servire atleti e fan alle Olimpiadi Invernali del 2022. Il Dragone si conferma leader globale nelle ferrovie

Ha impiegato poco più di 45 minuti per percorrere un viaggio che richiederebbe tre ore. Il nuovo treno ad alta velocità appena inaugurato in Cina non è molto diverso da quelli che sfrecciano in Oriente. La sua particolarità va cercata nella cabina di pilotaggio: vuota. Partito da Pechino il 30 dicembre, il primo treno a guida autonoma ha percorso in meno di un’ora i quasi 200 chilometri che la separano da Zhangjiakou, una delle città che ospiteranno le Olimpiadi invernali del 2022. La nuova linea ferroviaria tech è stata realizzata proprio per servire il pubblico di atleti, fan e giornalisti che affolleranno i Giochi. E darà senz’altro un contributo per ripulire l’aria – togliendo macchine dalle strade – in una Cina avvelenata dalle polveri sottili.

© Fonte: sito China Railway

Cina sempre più su rotaia

Per realizzare la linea che oggi è pronta a ospitare il primo treno ad alta velocità a guida autonoma ci sono voluti appena quattro anni. Come ha riportato la CNN, sono dieci le “fermate” toccate da questo gioiello tecnologico, tra cui Badaling Chang Cheng, una delle località più importanti per chi vuole visitare la Grande Muraglia. La scelta di realizzare un linea simile non vuole soltanto “coccolare” i futuri visitatori dei Giochi Olimpici Invernali del 2022. Lo scorso anno il governo di Pechino ha annunciato un piano di investimento record da 125 miliardi di dollari per potenziare le infrastrutture ferroviarie del paese.

Leggi anche: Mobilità green, Pechino investe 125 miliardi di dollari nelle ferrovie

Nel 1909, anno di inaugurazione della vecchia linea, ci volevano otto ore di viaggio per arrivare da Pechino al capolinea. Con questo nuovo tratto la Cina continua a mantenere il primato di paese con più chilometri di infrastruttura ferroviaria per l’alta velocità (circa 35mila chilometri). Ma la tecnologia non è soltanto a bordo: nelle stazioni del nuovo treno a guida autonoma ci saranno robot e sistemi di riconoscimento facciale in grado di informare i passeggeri su direzioni e check in.

Leggi anche: Il primo treno a energia solare al mondo sferraglia in Australia

 

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter