Il design che salva l'ambiente: il "pongo" di Bio.Scales risucchia la CO2

Ultimo aggiornamento il 22 giugno 2020 alle 9:55

Quando il design salva l’ambiente: il “pongo” di Bio.Scales risucchia la CO2

Potrebbe servire al packaging e rivestire i palazzi per ripulire l'aria. A realizzarlo lo studio Sutherlin Santo

Comparso tra i progetti finalisti del Lexus Design Award 2020, Bio.Scales è un sistema di filtraggio tech dell’aria in grado di catturare e immagazzinare la CO2, sfruttando un materiale modellabile in base alle esigenze e al gusto. Lo studio statunitense di design Sutherlin Santo ha realizzato quello che per ora è soltanto un modello, partendo dall’emergenza climatica che soffoca anche le città USA. Bio.Scales fa parte di un progetto più ampio, Biocraft, che punta a realizzare materiali in grado di interagire con l’ambiente come è spiegato sul profilo Instagram ufficiale dello studio.

Leggi anche: Airlite, la pittura mangia-smog, conquista anche Eataly

© Fonte: sito Lexus Design Award

Bio.Scales: dagli interni al packaging

Composto di biopolimeri, Bio.Scales è soltanto il materiale grezzo (ma altrettanto tech) per realizzare i prodotti più disparati, oggetti di design dall’anima green. Le possibili applicazioni spaziano dall’architettura degli interni, ad esempio piastrelle in grado di catturare l’inquinamento che entra in casa, fino al packaging, una delle voci più inquinanti della nostra epoca, tra logistica e grande distribuzione.

Leggi anche: Oil Sponge, la spugna di Airbank che assorbe il petrolio sversato in mare

View this post on Instagram

Another shot of our submission for the #lexusdesignaward Bio.Scales are part of a larger series of materials intended to replace petroleum-based plastics called Biocraft. Biocraft is intended to represent a shift away from inert materials toward ones that engage with their environment and us. These materials can be custom created for their specific application, printed to demonstrate multi-material characteristics and to include active ingredients such as activated carbon for air filtration. #design #sustainability #biofabrication #materialtest #newmaterials #bioplastic #biopolymer #robot #robotics #digitalfabrication #roboticfabrication #architecture #patterns #plantbased #ecofriendly #designinspiration #digitalart #digitaldesigner #contemporaryart #arch_sketch #archlovers #art #designinspo #milandesignweek #sutherlinsanto

A post shared by sutherlinsanto (@sutherlinsanto) on

Ambiente e salute

L’emergenza dei cambiamenti climatici sommata all’urbanizzazione che porterà sempre più persone in grandi città e metropoli sono alla base di questo progetto di design che, nel suo piccolo, ha cercato di dare un contributo nello sviluppo di prodotti per la vita di tutti i giorni. Se fabbricati in larga scala, questi filtri potrebbero anche rivestire i palazzi delle città, per catturare l’inquinamento e contribuire alla lotta contro le isole di calore che, soprattutto nei mesi estivi, ammorbano l’aria. Ambiente e salute non sono mai stati tanto collegati: dopo lo scoppio della pandemia sono tante le città che stanno puntando sempre di più su mobilità sostenibile e green.

Leggi anche: Record di gas serra. Mai così tanta CO2 negli ultimi 800mila anni

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter