Panda e 500 amiche dei mari. Interni dalla plastica ripescata negli oceani

Ultimo aggiornamento il 18 febbraio 2020 alle 6:04

Panda e 500 amiche dei mari. Interni dalla plastica ripescata negli oceani

Le citycar FIAT diventano ibride. Al prezzo di 500 euro in più è possibile circolare nelle Ztl, usufruire di bollo agevolato e avere parcheggi gratis...

Non è certo la rivoluzione elettrica annunciata a più riprese da FCA, ma rappresenta un cambiamento di passo comunque degno di nota. Le due citycar, 500 e Panda, virano infatti verso l’ibrido, con la versione H. Cinquecento euro in più sul prezzo di listino ma con la possibilità di usufruire dei tanti incentivi previsti per questo tipo di motori.

Il “mare di novità” vantato da 500 e Panda

Da FCA assicurano che non si tratta di una mera operazione di facciata. La prova sarebbe data dagli interni, che per Panda, 500 e 500 C in versione Hybrid sono realizzati non con il solito tessuto sintetico ma in Seaqual, un’innovativa fibra ricavata dalla plastica ripescata dai nostri mari.

Leggi anche: Fari puntati su Lamborghini Sián, la prima elettrica di Sant’Agata Bolognese

Per quanto riguarda le prestazioni, dalla casa madre sostengono che il motore Mild Hybrid 1.0 (ricade nella categoria Euro 6D-FINAL) della 500 eroghi 70 cv, con una velocità massima di 167 km/h e permetta alla citycar di fare da 0 a 100 in circa 14 secondi. In caso di cambio manuale è a 6 marce. Quanto alle emissioni di CO2, che poi sono cruciali per chi sceglie questo tipo di vetture ibride, sono 88g/km.

Quanto alla Panda Hybrid, sotto il cofano sempre 70 cavalli, per una velocità massima dichiarata di 155 chilometri orari (da 0 a 100 in circa quindici secoondi). Le emissioni CO2 g/km salgono a 89. Anche la Panda è disponibile con il cambio manuale a sei marce.

Leggi anche: Nissan lancia Ariya, il crossover elettrico (e autonomo)

Entrambi i modelli sono disponibili nell’esclusivo colore “verde rugiada” che, nelle intenzioni di FCA, sottolinea lo spirito “green” di questa categoria ibrida. Ed entrambi vengono proposti al prezzo maggiorato di 500 euro, controbilanciato però dai tanti benefici che discendono dalla motorizzazione ibrida: quindi libero accesso alle Ztl, parcheggi gratuiti e tassa di circolazione ridotta.

Leggi anche: CES 2020, Sony presenta la sua prima auto: Vision S (ed è elettrica)

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter