Easy Wallbox, Engie e FCA presentano la presa facile per le auto elettriche

Ultimo aggiornamento il 27 febbraio 2020 alle 12:30

Easy Wallbox, Engie e FCA presentano la presa facile per le auto elettriche

È tutto italiano il primo sistema di ricarica per auto ibride plug-in ed elettriche che non richiede interventi di adeguamento all’impianto elettrico domestico

Ok salvare l’ambiente, va bene risparmiare qualche euro di benzina, ma quanto rischia di costare la spesa per l’adeguamento dell’impianto elettrico in modo da creare una postazione di ricarica domestica per la propria auto ibrida o elettrica? Parecchio, ma a questo inconveniente pensa Easy Wallbox, particolare presa per l’approvvigionamento di energia frutto della collaborazione tra la francese Engie Eps ed FCA.

Cos’è Easy Wallbox?

“Easy Wallbox – ha spiegato ai giornalisti Carlalberto Guglielminotti, CEO di Engie Eps– è un brevetto Engie Eps in esclusiva per FCA. È un prodotto interamente progettato e prodotto in Italia, l’unica wallbox per cui fino a 2,2kW non sono necessari installatori o elettricisti. È il frutto delle attività dei circa 100 tra ingegneri e ricercatori di Engie Eps che da oltre 15 anni, in sinergia con i Politecnici di Torino e Milano, permettono alla tecnologia italiana di ottenere un’eccellenza riconosciuta a livello mondiale”.

Leggi anche: Panda e 500 amiche dei mari. Interni dalla plastica ripescata negli oceani

Il dispositivo di ricarica è il primo del suo genere a essere plug-and-play, come fosse un elettrodomestico tradizionale, perciò per funzionare richiede una presa della corrente tradizionale. Inoltre con una linea elettrica dedicata, la Easy Wallbox opera fino a 7,4 kW: per caricare l’auto più velocemente senza dover acquistare un altro dispositivo. Si installa con due tasselli, si connette alla rete elettrica e permette di ricaricare le batterie della vettura senza eccedere la potenza contrattuale né i limiti normativi. Per utilizzare solo la potenza disponibile in casa in tempo reale, evitando ogni rischio di blackout, però, meglio rivolgersi a un elettricista in fase di installazione.

La scommessa di FCA sulle auto elettriche

“Il cammino intrapreso – ha aggiunto Roberto Di Stefano, responsabile di e-Mobility in FCA – non è la semplice elettrificazione dei veicoli, ma un modo completamente differente di intendere l’uso dell’auto e la mobilità in generale”. Del resto, sono numerosi i modelli elettrici e ibridi in arrivo in casa FCA: dalle Fiat Panda e 500 Hybrid già in vendita alle Jeep Renegade e Compass PHEV che arriveranno negli autosaloni nella prima metà dell’anno, fino alla nuova 500 e al Ducato completamente elettrici che dovremmo vedere nel corso del 2020.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter