Garage Italia pensa alla Alfa Romeo Spider Duetto elettrica - Impact

Ultimo aggiornamento il 15 aprile 2020 alle 9:27

Garage Italia pensa alla Alfa Romeo Spider Duetto elettrica

L'ultima provocazione intellettuale dell'atelier di piazzale Accursio, voluto e fondato da Lapo Elkann

Passano gli anni ma la Alfa Romeo Spider, il modello originale, quello del 1966, soprannominato Duetto, mantiene sempre una certa dose di fascino. Per questo ci ha entusiasmato la notizia che Garage Italia Customs, la fucina di idee pronta a realizzare qualsiasi desiderio in tema di personalizzazione di veicoli, l’atelier di piazzale Accursio, voluto e fondato da Lapo Elkann, abbia quantomeno ventilato la possibilità che le piacerebbe rimetterla in strada e sul mercato, come auto interamente elettrica.

© Garage Italia Customs

Leggi anche: Nuova 500, ecco la prima full electric di FCA

Come sarà l’Alfa Romeo Spider Duetto elettrica

Al momento è solo un concept. Anzi, un bozzetto. La stessa Garage Italia nel presentare via Facebook il modello avverte: “Questa è solo un’idea a cui stiamo pensando, ma a noi sembra proprio una di quelle buone”. Sempre via social la realtà altamente creativa di Lapo Elkann comunica di aver scelto come base la quarta e ultima serie quindi non “l’osso di seppia”, ovvero il modello primogenio, ma “l’ultima”, la versione in produzione dal 1989 al 1994 (da non confondere con l’Alfa Romeo Spider del 1995 che invece è tutta un’altra macchina), riconoscibile per i paraurti integrati e per i fari posteriori, sui quali peraltro lo stesso bozzetto si concentra.

 


Ma la vettura non sarebbe riproposta inalterata. Ci sono diversi particolari che contraddistinguono questa futuribile (nel senso che non sappiamo se esisterà mai) versione elettrica, come i cerchi in lega a stella (cinque razze), lo spoiler posteriore e il tocco molto retro delle calotte sui fari anteriori, che, unite all’azzurro pastello del bozzetto e alle tinte sgargianti dei sedili fanno molto Anni 50 – 60.

© Garage Italia Customs

Leggi anche: Giugiaro ridisegna il futuro dell’auto. Ed è elettrico. Tre modelli da sogno

Viceversa, i fari posteriori, enormi e rettangolari, quelli che come già si anticipava contraddistinguono la versione “ultima” rimandano inevitabilmente agli Anni 80, anche se per l’occasione i vecchi fanali saranno sostituiti da moderni led.

© Garage Italia Customs

Leggi anche: Ecologica ma raffinata. Lancia presenta Ypsilon EcoChic Hybrid

Garage Italia Customs non è certo nuova a idee insolite e divertenti, come per esempio la 500 Kar_masutra, serigrafata con immagini che si rifanno al famoso manuale indiano del piacere, i cui dettagli più piccanti sono censurati da veli di vernice che però scompaiono all’aumentare della temperatura, oppure l’Alfa Romeo 4C impreziosita dalle vedute del monte Fuji del pittore nipponico Katsushika Hokusai, con tanto di freno a mano realizzato per sembrare l’impugnatura di una katana, la tradizionale spada dei samurai. Provocazioni artistiche e intellettuali, esperimenti divertenti tanto leggeri e ironici, quanto elaborati e stuzzicanti.

 

Leggi anche: Panda e 500 amiche dei mari. Interni dalla plastica ripescata negli oceani

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter