Covid-19 | Su Fiat 500 e Panda Hybrid, arrivano gli accessori antivirus
single.php

Ultimo aggiornamento il 7 maggio 2020 alle 15:47

Covid-19 | Su Fiat 500 e Panda Hybrid arrivano gli accessori antivirus

Un kit di prodotti che aiuta a mantenere l'igiene a bordo. FCA lancia il D-Fece pack per trattenere il 98% della impurità dall’esterno e, grazie alla lampada a raggi UV, disinfettare le superfici interne

Attente all’ambiente sì, ma anche alla salute. Le due ibride di casa FCA (di cui avevamo già parlato qui) arrivano infatti nelle concessionarie con proposte antivirus e anti-Covid. L’ideale insomma per affrontare la ripartenza post lock down e provare a sollevare un po’ le vendite dopo i mesi disastrosi per il settore dell’auto. Come? Con il pacchetto D-Fence, curioso gioco di parole che unisce alla lettera “D” che sta per “driver” (guidatore) il lemma “fence” (steccato), creando un termine che suona come “difesa”.

Leggi anche: Lockdown | Batteria dell’auto, consigli per non rimanere a piedi

Cos’è il pacchetto antivirus

La soluzione pensata da Mopar pone sotto i riflettori il tema, fin qui ignorato, della sanificazione dell’abitacolo. Quante volte ci è capitato di salire a bordo di vetture che somigliano a discariche? Capelli, forfora e persino residui di cibo rendono talvolta i tappetini molto simili a pattumiere. Anche nelle automobili più pulite, poi, maniglie, cambio e volante sono fin troppo spesso ricettacoli di germi e batteri.

Leggi anche: Lo shuttle a guida autonoma. Bosch al lavoro sulla Fase 2 dei trasporti

E sebbene il Covid-19 sia un virus e non un batterio, abbiamo comunque appreso che può sopravvivere per giorni su alcune superfici, quindi predisporre ora vetture con optional per la pulizia può rivelarsi un’ottima strategia marketing, anche se poi non sappiamo se gli strumenti siano veramente utili a eliminarlo (e infatti FCA nella definizione ufficiale non cade certo nella trappola di menzionare il Coronavirus).

L’annuncio, arrivato proprio quando l’Italia inizia a uscire dal lock down, è quantomai tempestivo. ”Fiat vuole essere parte attiva e propositiva di questa fase – ha detto Olivier Franois, president Fiat brand global and chief marketing officer FCA durante un evento virtuale – attraverso le sue auto più iconiche e vendute, Panda e 500, con cui portare bellezza, colore ed energia positiva su tutte le strade del nostro Paese. E ora abbiamo deciso di fare un passo ulteriore, offrendo due nuovi prodotti: il pacchetto D-Fence selezionato da Mopar e uno speciale finanziamento studiato con FCA Bank. Perché l’auto saprà, ancora più di prima, essere attenta al benessere di chi la utilizza, e continuerà ad essere ancora più protagonista nella mobilità urbana di domani”.

In concreto, sono tre le soluzioni antivirus studiate dal Gruppo italo-franco-statunitense con il pacchetto D-Fence. La prima è un filtro ad alte prestazioni applicato all’impianto di climatizzazione tradizionale, tra la presa d’aria e l’abitacolo. In questo modo, viene assicurato, Panda e 500 Hybrid trattengono all’estero il particolato e il 100% degli allergeni. Ovviamente sarà onere del proprietario pulirlo (o farlo pulire, se l’operazione non è facilmente eseguibile senza smontare l’apparato) con la dovuta frequenza, perché sappiamo bene quanto possano essere dannosi i filtri sporchi.

Il secondo strumento pensato per sanificare la vettura è l’air-purifier che interviene sull’aria che è già nell’abitacolo, purificandola attraverso un altro filtro, Hepa, capace di trattenere le micro-particelle. Infine, conclude l’offerta la lampada a raggi ultravioletti che può essere utilizzata per igienizzare non solo sedili, tappetini, volante, cambio e maniglie ma anche gli oggetti che si trasportano nella vettura, come i giacconi, le borse della spesa ed eventuali pacchi.

A proposito di interni, ricordiamo che per Panda, 500 e 500 C in versione Hybrid sono realizzati non con il solito tessuto sintetico ma in Seaqual, un’innovativa fibra ricavata dalla plastica ripescata dai nostri mari.

Leggi anche: Fari puntati su Lamborghini Sián, la prima elettrica di Sant’Agata Bolognese

Per quanto riguarda le prestazioni, dalla casa madre sostengono che il motore Mild Hybrid 1.0 (ricade nella categoria Euro 6D-FINAL) della 500 eroghi 70 cv, con una velocità massima di 167 km/h e permetta alla citycar di fare da 0 a 100 in circa 14 secondi. In caso di cambio manuale è a 6 marce. Quanto alle emissioni di CO2, che poi sono cruciali per chi sceglie questo tipo di vetture ibride, sono 88g/km.

Quanto alla Panda Hybrid, sotto il cofano sempre 70 cavalli, per una velocità massima dichiarata di 155 chilometri orari (da 0 a 100 in circa quindici secoondi). Le emissioni CO2 g/km salgono a 89. Anche la Panda è disponibile con il cambio manuale a sei marce.

Leggi anche: Nissan lancia Ariya, il crossover elettrico (e autonomo)

Entrambi i modelli sono disponibili nell’esclusivo colore “verde rugiada” che, nelle intenzioni di FCA, sottolinea lo spirito “green” di questa categoria ibrida. Ed entrambi vengono proposti al prezzo maggiorato di 500 euro, controbilanciato però dai tanti benefici che discendono dalla motorizzazione ibrida: quindi libero accesso alle Ztl, parcheggi gratuiti e tassa di circolazione ridotta.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter