Covid 19 | Dove si buttano le mascherine? La risposta dell'ISS

Ultimo aggiornamento il 15 maggio 2020 alle 12:56

Covid 19 | Dove si buttano le mascherine? La risposta dell’ISS

Vanno nell'indifferenziata. Ma dentro un sacchettino

«Mascherine e guanti vanno smaltiti con i rifiuti indifferenziati ma sempre posti prima dentro un sacchetto chiuso, per evitare contatti da parte degli operatori ecologici». Così il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha risposto alla domanda “Dove si buttano le masherine?” che milioni di italiani si saranno fatti almeno una volta in queste prime settimane di Fase 2, quando in tanti hanno ripreso le proprie attività, uscendo di casa indossandone una.  Ormai protagoniste della nuova normalità, le mascherine sono ancora al centro di una polemica politica tra il Commissario straordinario, Domenico Arcuri, le farmacie e tutte quelle imprese che hanno scelto di avviare la produzione di un prodotto che servirà in quantità davvero consistenti. Tutto ruota intorno al prezzo, giudicato fuori mercato da chi poi deve venderle e poi riordinarle.

Leggi anche: Trenitalia, tornano i treni in vista del 18. Ma col Covid -2mld sul fatturato

Mascherine: dove e come vanno smaltite?

Il presidente dell’ISS Brusaferro ha affrontato anche la questione dello smaltimento delle mascherine per chi è risultato positivo al tampone. Viene così raccomandato che «nelle abitazioni in cui sono presenti soggetti positivi al tampone, in isolamento o in quarantena obbligatoria, sia interrotta la raccolta differenziata, e che tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura e includendo fazzoletti, rotoli di carta, i teli monouso, mascherine e guanti, siano considerati indifferenziati e pertanto raccolti e conferiti insieme». In questa situazione la raccolta dovrà essere fatta con «almeno due sacchetti uno dentro l’altro o in numero maggiore, possibilmente utilizzando un contenitore a pedale».

Leggi anche: Decreto Rilancio: tutte le misure in semplici punti

In questa Fase 2, dove la regola chiave per ridurre il contagio resta comunque il distanziamento sociale, la questione delle mascherine pone domande anche sulla sostenibilità ambientale. In più, per lo smaltimento viene ora richiesto un ulteriore sacchetto a (sacrosanta) protezione degli operatori della nettezza urbana. Non ci resta che sperare che questa Fase 2 ci faccia fare passi avanti sulla raccolta differenziata e sullo smaltimento (senza farci rincorrere i regolamenti).

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter