Milano Digital Week, 8 Hackathon per ripartire con sostenibilità e inclusione
single.php

Ultimo aggiornamento il 19 maggio 2020 alle 9:20

Milano Digital Week, 8 Hackathon per ripartire puntando su sostenibilità e inclusione

Il direttore generale di IAB Italia, Sergio Amati: "Sarà una edizione davvero digitale che confermerà l'attenzione di alcuni grandissime realtà per temi che dopo il Coronavirus temevamo finissero ignorati"

C’è il “fondo dei fondi” BlackRock, la multinazionale di consulenza strategica Accenture, la big del pharma Novartis e molti altri ancora, nell’elenco dei Digital Hackathon che punteggeranno la Milano Digital Week dal 25 al 30 maggio. Una edizione “mai così digitale”, per usare le parole del direttore generale di IAB Italia, Sergio Amati. “Io stesso – ci racconta – sono sorpreso di ciò che stiamo riuscendo a costruire in un periodo così difficile. Si potrebbe persino dire che abbiamo reinventato la Milano Digital Week, creando un evento che potrà essere goduto sull’intero territorio nazionale”.

Sergio Amati

Leggi anche: Dl Rilancio: cosa dice sul bonus mobilità per acquistare bici e monopattini

Milano riparte con i suoi eventi e il primo evento che si trasferisce interamente sul Web non poteva non essere la Digital Week. Ma, soprattutto, Milano riparte dai temi cui da sempre è più vicina e sensibile: sostenibilità e inclusione, nelle loro molteplici sfaccettature. “Le otto realtà che hanno appoggiato gli altrettanti Hackathon – spiega Amati – non si sono limitate ad apporre il loro logo all’evento ma hanno partecipato attivamente alla costruzione di ciascun Digital Hackathon”.

Leggi anche: Bonus mobilità: quale bicicletta elettrica comprare?

“Il progetto – continua il general manager di IAB Italia – è nato lavorando gomito a gomito con Roberta Cocco, l’assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano ben prima che il Coronavirus avesse un simile impatto sulle nostre vite. Poi è arrivata la pandemia e il mondo è cambiato ma riscontriamo con piacere, e devo dire anche con una buona dose di stupore – rivela Amati – che le grandi aziende sono ancora intenzionate a investire sul green, sulla circular economy e sui vari tipi di inclusione sociale, che saranno poi il fulcro dei nostri 8 Digital Hackathon incentrati sui Sustainable Development Goals definiti dalle Nazioni Unite, inseriti nel programma dell’Agenda 2030″. Per questo, l’evento sarà aperto da Marina Ponti, numero 1 del Global Campaign Center del programma delle Nazioni Unite SDG Action Campaign.

“Studenti, startup, incubatori e pure i soci di IAB Italia sono invitati a partecipare ai nostri Digital Hackathon”, illustra Amati. “La pandemia ci ha costretto a trasferire l’intera Milano Digital Week sul Web ma questa per noi in realtà è una opportunità grandiosa: ora è come se i confini della città si fossero virtualmente estesi fino a ricomprendere tutta Italia, chiunque dunque può partecipare e dire la sua su temi di pressante attualità. Pensiamo per esempio alla questione del digital divide di seconda generazione: proprio in questi mesi di lock down a cui la scuola pubblica ha risposto con la didattica a distanza è emerso che sono ancora tantissimi i bambini e i ragazzi tagliati fuori dalle aule digitali. Tutto ciò è inaccettabile ed è un problema da affrontare: gli alunni stessi sono chiamati a fornire le loro soluzioni”.

Leggi anche: Covid-19 | Save the Children: 1 alunno su 10 sconnesso dalla teledidattica

Una Milano Digital Week davvero digitale

“Questa sarà l’edizione della Milano Digital Week più digitale della storia”, prosegue il direttore generale di IAB Italia, “e anche noi abbiamo voluto creare un ambiente virtuale confortevole, con stanze da visitare, in cui sarà possibile vedere fisicamente i partecipanti e i tavolini cui sedersi”. Insomma, difficile tornare indietro: “Naturalmente ci auguriamo di poter tenere l’edizione 2021 in uno spazio fisico, ma certamente non cancelleremo quanto fatto per questa edizione: tutti i prossimi eventi saranno predisposti per essere fruibili sia dal vivo, sia tramite Internet, con le medesime possibilità di interagire tanto per chi partecipa da casa quanto per chi si trova a Milano”.

Gli 8 Digital Hackathon

Accenture HACK è l’hackathon di Accenture dedicato alle donne e alla parità di genere. Costruire una cultura delle pari opportunità, soprattutto in ambito lavorativo, non è solo un imperativo etico, ma uno strumento di empowering aziendale: la necessità è quella di favorire la costruzione di un innovation mindset, dove uomini e donne possano sentirsi loro stessi ed esprimere al meglio la propria creatività.
27-28 Maggio – Goal 5

 

L’obiettivo di BlackRock HACK, l’hackathon di BlackRock dedicata al fintech ai tempi del climate change, è quella di creare strumenti e servizi utili agli investitori per avere una chiara evidenza di come i principali cambiamenti climatici impattano sui propri investimenti, risparmi e sullo stile di vita.
26-27 Maggio – Goal 13

 

Novartis HACK ha l’obiettivo di promuovere l’innovazione e lo sviluppo di idee innovative di prodotti o servizi indirizzati alle persone con Sclerosi Multipla, patologia cronica altamente invalidante che colpisce il sistema nervoso centrale compromettendo il normale funzionamento del cervello, del nervo ottico e del midollo spinale. La challenge lanciata da Novartis è dedicata al monitoraggio a distanza dei segni di progressione della componente motoria della patologia.
27-28 Maggio – Goal 3

 

Fastweb HACK è l’hackathon di Fastweb dedicato alla città del futuro. Una giornata di lavoro per ideare soluzioni digitali che, facendo largo uso di dati, offrano servizi di valore negli ambiti salute e benessere, ambiente, sicurezza, trasporti, energia. Servizi che migliorino la qualità della vita e riducano la burocrazia a favore dei singoli, delle famiglie, delle imprese e della comunità.
 26 Maggio – Goal 9

 

L’hackathon di Open Fiber mira a sfruttare la potenzialità della fibra ottica applicata all’education. La riduzione delle diseguaglianze passa anche attraverso la creazione di nuove infrastrutture: una connettività ultraveloce è uno strumento chiave per l’educazione senza discriminazioni, anche nelle aree più isolate.
27-28 Maggio – Goal 4

 

Snam HACK è l’hackathon di Snam dedicato all’energia pulita. Porre le basi dell’azienda energetica del futuro, puntando sull’innovazione e la sostenibilità del core business e su nuove attività green, è l’obiettivo di Snam, considerando che riduzione delle emissioni e digitalizzazione svolgeranno sempre più un ruolo strategico negli assets dell’energia.
27-28 Maggio – Goal 7

 

Pulsee HACK è l’hackathon dedicato al Carbon Footprint. L’obiettivo è studiare nuovi strumenti che permettano ai singoli cittadini di misurare la produzione di CO2, rendendoli più consapevoli dei propri consumi: un obiettivo su cui è necessario attivarsi per sensibilizzare e ridurre l’impatto ambientale sul nostro pianeta.
26-27 Maggio – Goal 12

 

La sfida di Cisco consiste nell’ideare nuove soluzioni che possano rendere più coinvolgente e interattivo l’utilizzo delle tecnologie di comunicazione da remoto, in modo da rendere il virtuale più umano e mantenere l’attenzione degli interlocutori sempre alta. L’obiettivo è quello di dare alle aziende, alle università e alle scuole uno strumento utile ad accorciare le distanze, soprattutto in previsione della prolungata emergenza Covid-19
26-27 Maggio – Goal 8

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter