Covid-19, crollano vendite Nissan e PSA. Trimestrali in rosso - Impact
single.php

Ultimo aggiornamento il 28 luglio 2020 alle 14:17

Covid-19, crollano vendite Nissan e PSA. Trimestrali in rosso

Il Gruppo francese ha chiuso il primo semestre del 2020 con un utile di 595 milioni di euro, in calo del 67,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa

Come prevedibile, a causa dei lock down imposti dalla pandemia di Coronavirus le industrie dell’automotive registrano pesanti crolli nelle vendite e nei propri fatturati. La fotografia resa dai dati trimestrali è così particolarmente fosca. Quest’oggi sono stati comunicati i dati di PSA e Nissan.

Partiamo dal colosso nipponico dell’automobile. Nel primo trimestre dell’anno fiscale 2020-21, Nissan ha registrato ricavi netti consolidati pari a 1,1742 trilioni di yen (-50,5%). La perdita operativa, da aprile a giugno scorso, è stata di 153,9 miliardi di yen. La perdita netta è pari a 285,6 miliardi di yen (rispetto ai 6,4 miliardi di profitti dello stesso periodo dell’anno precedente). Su base pro forma, la perdita operativa è pari a 136 miliardi di yen, la perdita netta ammonta a 285,6 miliardi di yen. La quota di mercato globale della compagnia è scesa di 0,3 punti percentuali rispetto all’anno precedente al 5,2 per cento. Nell’intero 2020, considerato il mercato globale e gli effetti del coronavirus, Nissan si aspetta un volume di business in calo. In particolare per l’intero anno si aspetta ricavi pari a 7,8 trilioni di yen e una perdita netta pari a 670 miliardi di yen.

Leggi anche: Auto KO: Nissan chiude a Barcellona. Toyota vendite giù del 46,3%

Venendo invece al gruppo automobilistico francese PSA, l’azienda ha chiuso il primo semestre del 2020 con un utile di 595 milioni di euro, in calo del 67,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, quando era stato di 1,237 miliardi di euro. I ricavi sono scesi del 34,5% a 25,12 miliardi di euro. I ricavi della divisione automotive sono scesi del 35,5% a 19,595 miliardi di euro, soprattutto a causa dell’impatto negativo dei volumi e dell’andamento dei diversi Paesi (-40,5%), il calo delle vendite a partner (-0,5%) e per un effetto cambi negativo (-0,6%). L’utile operativo adjusted del gruppo nel primo semestre 2020 è pari a 517 milioni, in calo dell’84,5% rispetto allo stesso periodo del 2019, per la divisione automotive l’utile operativo adjusted è sceso del 72,5% a 731 milioni di euro. Questo è pari a un margine del 3,7%. Per l’intero 2020, il gruppo stima un margine dell’utile operativo adjusted per la divisione automotive del 4,5%, in media con le stime 2019-2021.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche