Bonus bici: addio app? Ipotesi rimborso su conto corrente da settembre
single.php

Ultimo aggiornamento il 18 agosto 2020 alle 13:42

Bonus mobilità: addio app? Ipotesi rimborso sul conto corrente da settembre

Il lancio era previsto in luglio. Poi in agosto. A questo punto ci sarebbe una nuova soluzione

La telenovela estiva del bonus mobilità non è ancora finita. L’ultimo colpo di scena riguarda l’app di cui si parla da mesi, la piattaforma da lanciare sul sito del Ministero dell’Ambiente per ottenere i famosi 500 euro di rimborso per l’acquisto di bici, ebike o monopattini elettrici. L’app, a quanto si legge sulla stampa nazionale, potrebbe non vedere mai la luce. Al suo posto il dicastero guidato da Sergio Costa starebbe pensando a un accredito diretto sul conto corrente. Tutto si farà sempre dal sito del Ministero. Dato per certo ad agosto, il lancio definitivo potrebbe tardare e arrivare a settembre.

Leggi anche: Bonus monopattino, altro che moda. Mercato da 30 mld di dollari

Bonus mobilità: rimandato a settembre?

Al momento la sezione di riferimento sul sito del Ministero dell’Ambiente, dove sono disponibili tutte le FAQ sul bonus mobilità, non dà indicazioni in merito al possibile addio dell’app. La pagina è aggiornata all’11 giugno. Il Ministro Costa aveva garantito che il 6 agosto ci sarebbe stato l’ultimo step per l’app, ma le tempistiche si sono allungate nuovamente. In questi mesi StartupItalia ha seguito l’evolversi della vicenda, analizzando il potenziale della micromobilità delle nostre città per un futuro più green.

Leggi anche: Bonus mobilità: occhio alle app truffa. Allarme del Ministero dell’Ambiente

Il destino del bonus mobilità seguirebbe dunque quello degli altri entrati in vigore negli ultimi mesi. L’acconto direttamente sul conto corrente potrebbe essere la soluzione più agevole rispetto a un’app di cui ancora non si è visto neanche uno screenshot. A questo punto, però, il Governo e il Ministero dell’Ambiente dovranno assicurarsi che non avvenga il tanto temuto click day. Il rischio è che molti restino a bocca asciutta.

Leggi anche: Bonus mobilità: idea folle del numero chiuso dei monopattini in città

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter