La PlayStation 5 ha pure le ruote? No, è il van elettrico per le consegne
single.php

Ultimo aggiornamento il 9 ottobre 2020 alle 6:21

La PlayStation 5 ha pure le ruote? No, è il van elettrico per le consegne

La startup svedese Einride vuole metter su strada una "console". Ma questa trasporta merci con la guida autonoma

Se vi piacciono i videogiochi e avete già visto come si presenta la nuova PlayStation 5, allora noterete senz’altro qualche somiglianza. La startup svedese attiva nel settore automotive, Enride, ha intenzione di lanciare sul mercato i suoi nuovi van elettrici a guida autonoma e senza alcun pilota a bordo. Forse non ne sapevano nulla, ma il prodotto finale sembra davvero la nuova console di Sony in formato quattro ruote. Ci sono gli stessi colori: il corpo centrale nero e il bianco ai lati. Operazione di marketing? Forse stiamo esagerando. Quel che è certo è che sempre di futuro di parla, ma non del mondo gaming.

PlayStation 5: com’è la prova su strada?

Einride è stata fondata nel 2016 e ha sempre avuto l’obiettivo di mettere su strada veicoli intelligenti dotati di tecnologia per la guida autonoma. Non sono alle prime armi: in poco tempo sono già riusciti a produrre 4 veicoli tech messi a disposizione dell’azienda svedese Oatly, che fa cibo vegano. Attenzione all’ambiente sotto tutti i punti di vista: infatti le quattro ruote intelligenti di Einride sono anche elettriche. La forma non è delle più armoniose, ma lo stesso si era detto anche della PlayStation 5 il giorno del debutto in mondovisione: alcuni sostenevano ricordasse un noto deodorante per la casa.

Leggi anche: PlayStation 5, forma sotto accusa: ricorda un gatto? Un condizionatore?

Poche ore fa la startup ha messo in mostra l’ultimo dei suoi veicoli, la PlayStation 5 a grandezza auto di cui vi abbiamo già parlato. A differenza di altre imprese attive nell’automotive, Einride non ha mai previsto alcun abitacolo a bordo: i suoi mezzi sono semplici scatole che trasportano merci e infatti molti esperti, come si legge su The Verge, sostengono che il settore dei trasporti sarà il primo a essere interessato dalla rivoluzione della guida autonoma. Come vi abbiamo già spiegato nei numerosi articoli su questa innovazione dell’automotive, quel che farà la differenza tra il successo e l’insuccesso di tale tecnologia è anche la diffusione della rete di nuova generazione. Il 5G, al centro di mille dibattiti e altrettante sciocchezze cospirazioniste, è la chiave per mettere in comunicazione gli oggetti nelle smart city. PS5, ops, macchine comprese.

Leggi anche: Nikola Motor, la startup dei camion a idrogeno verso la bolla speculativa?

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter