Acqua in brick: la startup modenese lancia il crowdfunding plastic-free
single.php

Ultimo aggiornamento il 17 novembre 2020 alle 6:01

Acqua in brick: la startup modenese lancia il crowdfunding plastic-free

Su Mamacrowd la campagna che punta a 350mila euro

Basta acqua in bottigliette di plastica. L’obiettivo ambizioso è della startup modenese Acquainbrick che ha appena lanciato la sua prima campagna di crowdfunding su Mamacrowd, dove punta a raccogliere 350mila euro. «Gli investitori, privati o aziende, che entreranno in partnership con noi potranno beneficiare di agevolazioni fiscali, sconti e forniture gratuite di acqua in cartone – ha commenta Christian Creati, CEO di Acquainbrick – In collaborazione con ZeroCO2 regaleremo a tutti i nostri soci anche un albero, che ha ovviamente valore simbolico, per suggellare la partnership». Sono già 1 milione e 200mila i brick diffusi nel primo anno di attività, ma la startup punta ora a rivoluzionare il settore dell’acqua da passeggio.

Leggi anche: L’extralusso è plastic free. Mandarin Oriental Hotel dice addio al monouso

Brick: un calcio alla plastica

L’ambiente e la sostenibilità sono sempre di più tematiche a cuore degli italiani, come spiegato nell’ultimo rapporto di LifeGate. Sull’onda delle proteste e della manifestazioni dei Fridays for future, anche nel nostro paese è maturata una nuova coscienza da consumatori per ridurre il consumo di plastica e soprattutto combattere il ricorso alla logica usa e getta. Le alternative già ci sono: il brick della startup in crowdfunding, ad esempio, è realizzato al 70% in materiali riciclabili e vegetali.

Leggi anche: Gli italiani e la sostenibilità: le pratiche più diffuse e i temi più sentiti

Con lo smart working così diffuso senz’altro i consumi usa e getta saranno ridotti, ma in vista della riapertura che interesserà tutto il paese la speranza è che le cattive abitudini di un tempo non tornino in quella che molti chiamano la nuova normalità. La lotta alla plastica mono uso è stata una delle battaglie più importanti condotte anche in sede europea: due anni fa il Parlamento Europeo ha approvato la messa al bando di numerosi prodotti in plastica.

Leggi anche: Costruzioni green: i 10 trend di un mercato che varrà 187 miliardi

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche