Cucine e riscaldamento a idrogeno. La Scozia sogna la carbon exit
single.php

Ultimo aggiornamento il 2 Dicembre 2020 alle 6:14

Cucine e riscaldamento a idrogeno. La Scozia sogna la carbon exit

Si parte da 300 abitazioni vicino Edimburgo

La Scozia sta avviando il primo test al mondo per sostituire del tutto il gas per riscaldamento e cucine. Siamo a Fine, contea vicino a Edimburgo, dove la SGN – la società che distribuisce il gas – installerà sistemi di riscaldamento a idrogeno in 300 abitazioni. Dietro all’iniziativa green c’è l’impegno economico di Ofgem, ente regolatore dell’energia in Gran Bretagna, che ha messo sul tavolo 18 milioni di sterline per far sì che questo primo passo possa dimostrare l’efficacia dell’idrogeno come risorsa per l’edilizia privata. L’esperimento ha anche l’obiettivo di capire se le tubature finora utilizzate per la distribuzione del gas possano funzionare anche per l’idrogeno.

Leggi anche: Trenord: treni a idrogeno per i pendolari. In Lombardia rivoluzione dal 2023

Oggi la Scozia, domani la Gran Bretagna

Le case alimentate a idrogeno in Scozia potrebbero essere soltanto un primo esempio di quel che entrerà presto in cantiere Oltremanica. La Gran Bretagna sta infatti seguendo una strategia green per azzerare le emissioni di CO2 delle abitazioni entro il 2050. Obiettivo ambizioso, che si affianca anche alla battaglia del Primo ministro, Boris Johnson, contro il diesel e l’inquinamento automobilistico. «Se vogliamo davvero raggiungere un futuro carbon free, dobbiamo sostituire il metano con alternative verdi come l’idrogeno», ha detto Antony Green della National Grid.

Leggi anche: Il 68% degli italiani pensa che l’inquinamento aumenti la letalità del Covid

Idrogeno, idrogeno ovunque

La corsa all’idrogeno non riguarda soltanto le abitazioni private come sta accadendo in Scozia. L’innovazione green si esprime anche su rotaia. La notizia di pochi giorni fa è che Trenord e FNM hanno annunciato il piano per fondare una Hydrogen Valley in provincia di Brescia, dove verranno testati i primi treni a idrogeno. I convogli green andranno a sostituire quelli più inquinanti a diesel e, si spera, potranno migliorare anche l’esperienza quotidiana di migliaia di pendolari lombardi. Stesso discorso avviene per le quattro ruote: Toyota ha appena svelato Mirai, un nuovo veicolo che cammina a idrogeno e che si ricarica in appena cinque minuti.

Leggi anche: Arriva Coradia iLint: il treno green a idrogeno che correrà in Toscana e Trentino

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche

    In diretta alle ore 14:30