Bonus mobilità, da domani nuovo round per ottenere il rimborso. Ecco come
single.php

Ultimo aggiornamento il 13 Gennaio 2021 alle 12:02

Bonus mobilità, da domani nuovo round per ottenere il rimborso. Ecco come

Tutto quello che serve per richiedere i 500 euro

Da domani, giovedì 14 gennaio, fino al 15 febbraio sarà possibile richiedere il bonus mobilità attraverso il portale del ministero dell’Ambiente. I 500 euro di rimborso massimo (a copertura del 60% del prezzo) che il governo Conte ha messo a disposizione di chiunque abbia acquistato una bicicletta, elettrica o tradizionale, un monopattino elettrico o un servizio di mobilità condivisa potranno essere richiesti da chi non era riuscito a rientrare nella prima tornata di inizio novembre. Come si legge sul sito del dicastero guidato da Sergio Costa, “tutti coloro che non hanno ottenuto il rimborso, anche chi non si è pre-registrato, possono richiederlo”. Al di là di alcuni disservizi, Palazzo Chigi punta così a soddisfare tutte le domande dei cittadini che hanno acquistato un prodotto – bici o abbonamento che sia – per cambiare abitudini negli spostamenti. Va sottolineato che il bonus può esser richiesto se l’acquisto è stato fatto tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020.

Leggi anche: Il 68% degli italiani pensa che l’inquinamento aumenti la letalità del Covid

Bonus mobilità: cosa serve

Esattamente come richiesto dal 3 novembre scorso, per ottenere il bonus mobilità è necessario avere a portata di mano la fattura regolarmente emessa e le credenziali SPID (qui una breve guida). I 500 euro di rimborso saranno erogati compilando un form sulla piattaforma ufficiale. Stando ai dati resi pubblici dal ministero dell’Ambiente, il bonus mobilità è stato utilizzato da oltre 600mila persone nel 2020 e le vendite sono salite del 20% rispetto all’anno precedente.

Leggi anche: Tutti i bonus green del 2021: dalle cargo bike alle auto elettriche

Il successo del bonus bici è acclarato e resterà nell’eredità politica di Sergio Costa. Tuttavia l’incentivo non è bastato a cambiare il volto delle città. Il mezzo preferito degli italiani continua a essere l’automobile e, neppure con i mezzi pubblici a ingressi contingentati, si è registrato un netto aumento dei ciclisti in città. Secondo i dati dell’Osservatorio Continental, quasi il 60% degli italiani utilizza il proprio mezzo privato, mentre appena il 3,4% pedala regolarmente.

Leggi anche: Bonus monopattino, altro che moda. Mercato da 30 mld di dollari

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche

    In diretta alle ore 14:30