Vestiaire Collective, l'11esimo unicorno francese è circular e green - Impact
single.php

Ultimo aggiornamento il 4 Marzo 2021 alle 12:27

Vestiaire Collective, l’11esimo unicorno francese è circular e green

Emmanuel Macron brinda su LinkedIn: "State aiutando a rilanciare la nostra economia e, allo stesso tempo, vi state impegnando per l'ambiente. Questo è solo l'inizio"

La piattaforma del lusso di seconda mano ha annunciato un nuovo round di finanziamento per 178 milioni di euro. Nell’Hexagone nasce così l’11esimo unicorno, vale a dire una startup con una valutazione superiore al miliardo di euro. La notizia è stata subito ripresa e sottolineata dal Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron, alle prese con la pandemia e perciò ancora più desideroso di infondere speranza e ottimismo.

Vestiaire Collective

Macron si complimenta con Vestiaire Collective

L’inquilino dell’Eliseo si è congratulato con i founder della startup in un post su LinkedIn: “State aiutando a rilanciare la nostra economia e, allo stesso tempo, vi state impegnando per l’ambiente. Questo è solo l’inizio”. Round reso possibile dall’interesse manifestato dal gruppo francese del lusso Kering che ha deciso di investire nella società.

Leggi anche: Wrad, la startup che tinge i vestiti con la grafite. “Non si può morire di moda”

L’acquisizione comprende il 5% della quota e una presenza nel consiglio di amministrazione della società. L’annuncio avviene dopo un anno di boom per la piattaforma Vestiaire Collective. Secondo le stime riportate da Kering, il business crescerà ancora. Da qui a due anni si prevede infatti un aumento dei capi di seconda mano dal 21% al 27%, con un giro d’affari di oltre 60 miliardi di euro entro il 2025.

Vestiaire Collective

François-Henri Pinault, presidente e amministratore di Kering, ha dichiarato: “Il lusso second-hand è ormai una realtà con radici consolidate, specialmente tra i consumatori più giovani. Anziché ignorare il fenomeno, vogliamo cogliere questa opportunità per aumentare il valore che offriamo ai nostri clienti e indirizzare il futuro del nostro settore verso pratiche più innovative e sostenibili. Sono scelte che si sposano naturalmente con il nostro spirito imprenditoriale, la nostra strategia di sostenibilità pionieristica e la visione moderna che abbiamo del settore del lusso.”

Vestiaire Collective

Maximilian Bittner, amministratore delegato di Vestiaire Collective, ha aggiunto: “il contribuito di Kering e a Tiger Global Management sarà fondamentale per portare a termine la nostra missione: dare al mondo della moda un’impronta più sostenibile, ampliando la nostra comunità globale.” Kering and Vestiaire Collective condividono infatti la stessa visione riguardo la costruzione di un settore moda più sostenibile.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche