Dai trattori alle colonnine elettriche, passando per una startup
single.php

Ultimo aggiornamento il 8 Aprile 2021 alle 7:40

Dai trattori alle colonnine elettriche, passando per una startup

L'agritech e la mobilità sostenibile: la collaborazione tra un marchio storico veneto e un'azienda innovativa romana

Antonio Carraro Spa, azienda veneta che realizza trattori per l’agricoltura con oltre un secolo di storia alle spalle, ha investito nella startup romana On Charge, attiva nella produzione e installazione delle colonnine elettriche. La somma complessiva raccolta dall’azienda innovativa grazie al crowdfunding è di 320 mila euro. Fondata nel 1910, in provincia di Padova, la Antonio Carraro è diventata lead investor di una operazione che mette insieme mobilità elettrica e agricoltura sostenibile. L’amministratore delegato di On Charge, Riccardo La Longa, ha commentato così: «Siamo all’anno zero dell’e-mobility, almeno in Italia, ma tutti gli osservatori e i grandi gruppi sono certi che la mobilità elettrica sia il futuro. In Antonio Carraro abbiamo trovato un partner industriale estremamente propositivo, che rappresenterà un elemento importante per il futuro della nostra startup».

Leggi anche: Make America Great Again, la via della startup Rivian passa per 10mila colonnine elettriche

Trattori green: colonnine nei campi?

La startup On Charge è partita da Roma con le prime colonnine installate, ma prevede di estendere già nei prossimi mesi il proprio raggio d’azione su tutto il territorio nazionale. Per farlo il gruppo On si avvarrà della collaborazione con Civiesco, l’energy service company di Banca di Cividale. «L’acquisizione di questa partecipazione nella startup romana si inserisce in un nuovo percorso di iniziative avviate dalla nostra società nel filone della transizione ecologica e dell’economia sostenibile – ha dichiarato Marcello Carraro, ad di Antonio Carraro Spa – Il nostro reparto di Ricerca e Sviluppo ha approcciato, già da qualche tempo, il tema dei motori ibridi sui trattori che prevedranno l’abbinamento di un motore termico diesel con un motore elettrico. Questo è solo un primo passo della nostra azienda che intende cavalcare da protagonista le ambiziose sfide del Green Deal europeo».

Leggi anche: L’auto elettrica vi ha lasciato a piedi? Enel X manda la startup per ricaricarla

Leggi anche: Camion a guida autonoma: Volvo ci prova con Aurora

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche